26 luglio 2016

Somnia

Voto 5-. Il tema sogni/incubi è da sempre stato molto apprezzato dal mondo horror. Basti pensare a Nightmare, capostipite dell'horror con questo tema. In fondo "l'obiettivo" dei registi/sceneggiatori horror è far si che gli spettatori non riescano a dormire dopo la visione o quantomeno a dormire ma con begli incubi.
Nel 2016 a tentare di scuotere il tranquillo sonno di noi italiani, ci pensa Mike Flanagan che aveva ben esordito con Oculus - Il riflesso del male.
Somnia è però uno di quegli horror con protagonisti bambini, in questo caso siamo in presenza di Cody interpretato da Jacob Tremblay il fantastico attore di Room.
Cody è un bambino che gira diverse famiglie adottive, vi chiederete: perché?
Cody ha problemi di insonnia, o meglio fa di tutto per non addormentarsi. Nei suoi "sogni" non c'è Freddy Krueger ma l'Uomo cancro.
Altro tema è quello del ruolo diverso del padre/madre rispetto al bambino adottivo, o anche quello della perdita di un figlio. Tutti argomenti che dovrebbero dare spessore ai personaggi ma invece risultano come un riempitivo.
Somnia per molto tempo risulta più che un horror, una fiaba paranormale con tanto di comparizione di falene colorate. La prima parte a dire il vero è abbastanza soporifera e come si suol dire succede davvero poco.
Nell'ultima mezzora esce fuori la piccola parte horror del film per poi lasciare il passo ad un epilogo sentimentale in stile The Orphanage. Buono soltanto il messaggio implicito che viene lasciato dal film, su questo non vi anticipo nulla in quanto è appunto il cuore di questa favola nera. Somnia è infatti una rappresentazione di un male moderno...

  • DATA USCITA
  • GENEREHorror , Thriller
  • REGIAMike Flanagan
  • ATTORIKate BosworthThomas JaneJacob TremblayAnnabeth GishScottie ThompsonDash MihokLance E. Nichols

1 commento:

  1. Troppo cattivo. ;)

    Non fenomenale, però a me non è spiaciuto...

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate