16 marzo 2018

Blogtour: La foresta assassina di Sara Blaedel

Un anno fa partecipavo con grande piacere al blogtour dedicato a Le bambine dimenticate di Sara Blaedel, organizzato da Fazi editore. A quasi un anno di distanza eccomi nuovamente per parlare del nuovo romanzo della scrittrice danese, attraverso un nuovo blogtour.
Il libro si intitola La foresta assassina, che almeno nel titolo potrebbe ricordare Foresta nera di Frank Thilliez.
Questa la sinossi della storia:

È una notte importante, per il quindicenne Sune. Cresciuto in una comunità neopagana scandinava, è finalmente giunto il momento del suo rito di iniziazione: insieme al padre uscirà di casa bambino, per farvi ritorno da uomo. È il suo rito. Un falò è stato acceso in mezzo alla foresta; le lingue di fuoco vibrano nell’oscurità e le ombre nere oscillano fra gli alberi; gli uomini sono tutti lì per lui, per accoglierlo nel loro cerchio. E poi, ecco una donna. Una prova difficile, che non tutti i ragazzi sono riusciti a superare… Quella notte Sune sparirà nel nulla. Le indagini sono affidate alla detective Louise Rick, che è tornata al dipartimento di polizia dopo una lunga assenza forzata. Hvalsø, teatro della scomparsa del ragazzo, è il suo paesino d’origine, e per Louise questo caso si rivela un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo, che la costringerà a fare i conti con i misteri del suo passato: il suo fidanzato potrebbe non essersi suicidato, come credeva. Correndo gravi pericoli, scoprirà poco alla volta una cittadina dove il manto invernale del Nord ha coperto ogni cosa ma dove, dietro paesaggi gelidi e immacolati, si nascondono terribili segreti e legami mortali.

La mia tappa riguarda le ambientazioni del romanzo. Il titolo è già un chiaro segnale delle atmosfere in stile horror che permeano la storia.
Una grande foresta pronta a visionare le malefatte degli esseri umani. Foresta scenario di riti neopagani con sapore antico, in cui si sacrificano animali e sangue in beneficio a potenti dei. Foresta che ha ospitato nel tempo orfanelli ed un giovane in fuga, in grado di accogliere la gente sotto le sue grandi querce.
Se la foresta è uno dei protagonisti della storia, è altresì vero che il romanzo si svolge anche in ambientazioni chiuse, vedi il commissariato dove opera Louise Rick e le varie abitazioni dei protagonisti, alle prese con vecchi problemi del passato. Louise ancora non si capacita della morte del marito.

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate