25 luglio 2017

La verità - Melanie Raabe

Recensione La verità.

Questo libro thriller è un capolavoro.
Un romanzo mediocre.
Leggerlo o non leggerlo?

Voto 5. Penserete che sono ammattito, cominciando questa recensione con delle mini-frasi in netto contrasto. In realtà è un "giochino" ricorrente all'interno del nuovo romanzo di Melanie Raabe: La verità, edito da Corbaccio.
Avevo conosciuto la scrittrice con La trappola, che non mi aveva molto convinto. A dire il vero anche La verità (scusate il gioco di parole) non mi ha entusiasmato.
Anche questa storia parte da un'idea interessante, ma tra l'altro già letta in Phobia di Wulf Dorn. Sarah, la protagonista del romanzo, patisce per la scomparsa del marito, di cui si son perse le tracce in Colombia. Dopo sette anni, Philipp ritorna ma per Sarah è un emerito sconosciuto. L'uomo che ha di fronte è un estraneo, nel fisico e nel carattere.
Cosa vuole da Sarah? Che fine ha fatto Philipp?

Questo il perno del romanzo, che si affida alla narrazione in prima persona di Sarah. Possiamo fidarci della protagonista, ci racconta La verità?
Verità è la parola sicuramente fondamentale del romanzo, e a dire il vero Melanie Raabe non è proprio sincera con noi lettori. Quella che ci racconta è una storia poco sincera, ed una volta scoperta la verità fa acqua da tutte le parti, con situazioni che riviste a fine romanzo appaiono senz'altro comiche e/o grottesche, senza dubbio poco plausibili alla luce di quanto raccontato prima.
Una storia che a mio parere non regge proprio, con un finale privo di pathos e colpi di scena. Ancora una volta la Raabe non mi ha convinto.

TRAMA: Philip Petersen, brillante uomo d'affari, è scomparso da sette anni senza lasciare traccia durante un viaggio di lavoro in Sudamerica. Da allora la moglie Sarah vive sola prendendosi cura del loro bambino. Fino a quando, improvvisamente, viene annunciato il ritorno di Philip, lasciato libero dopo essere rimasto per sette anni nelle mani di una banda di rapitori. La notizia diventa un caso mediatico. Sarah è frastornata, non sa cosa aspettarsi, ma di sicuro non immagina che l'uomo che le si presenterà davanti dopo essere sceso dall'aereo non sia il marito. Eppure è così. È un estraneo, ne è certa, un estraneo che sostiene di essere Philip... Sarah è sconvolta, nessuno le crede, e lei ha il terrore di perdere tutto: suo figlio, la sua casa, la sua vita...

Traduttore: L. Basiglini
Editore: Corbaccio
Collana: Top Thriller
Anno edizione: 2017
Pagine: 370 p., Rilegato

1 commento:

  1. Ciao Nico, diciamo che visto i tanti libri da leggere me ne tengo alla larga! ;)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate