28 luglio 2016

Non guardare nell'abisso - Massimo Polidoro

Massimo Polidoro, noto divulgatore scientifico presso il CICAP, sembra averci preso gusto con la scrittura thriller. Dopo Il passato è una bestia feroce pubblicato nel 2015, sempre per Piemme Polidoro quest'anno ha scritto Non guardare nell'abisso.
Il protagonista è sempre Bruno Jordan, giornalista di "Krimen" a caccia di scoop e persone scomparse. Un personaggio sempre più simile a Mikael Blomqvist di Stieg Larsson, naturalmente dal punto di vista lavorativo. Dal punto di vista caratteriale, Bruno si distingue dalla massa di personaggi thriller, caratterizzandosi come un personaggio un tantino più spensierato e con buoni tempi comici.
Massimo Polidoro per il suo nuovo romanzo decide di esplorare un universo differente, abbandonando il mondo misterioso costruito ne Il passato è una bestia feroce, dedicandosi ad un tema attualissimo: il terrorismo.
L'autore decide di riaprire una pagina sanguinosa della storia italiana: quella delle Brigate Rosse, degli attentati terroristici interni, della guerra civile tra "fascisti" e "comunisti".
Bruno Jordan infatti riceve lo strano incarico da parte di un noto uomo di potere di rintracciare sua nipote misteriosamente scomparsa. Nonno e nipote sembrano separati non solo geograficamente ma anche ideologicamente: lui pare abbia appoggiato in passato poteri fascisti; lei pare continuare la "politica" di sua madre ex-brigatista.
Jordan si trova nel mezzo e pare non possa fidarsi completamente di entrambi; nonostante rifiuti più volte l'incarico di Strazzi, membro importante della politica italiana, Bruno suo malgrado sarà costretto ad eseguire gli ordini dell'uomo.
Al fianco di Bruno ci saranno i collaboratori di sempre, tra cui il valoroso Gip. Le minacce infatti saranno diverse, vedi ad esempio le varie lettere minatorie di Skorpio.

Il focus del romanzo è sicuramente indirizzato sul terrorismo. La nota bibliografica dell'autore è infatti molto lunga e diversi saranno i romanzi utilizzati per rendere davvero realistica questa storia. Davvero lodevole l'operazione dell'autore di riportare in auge temi davvero dolorosi della storia italiana, attualizzandoli ai giorni d'oggi. Viviamo in un'epoca infatti scossa troppe volte dal terrore, in cui la libertà mentale è messa a dura prova. Purtroppo nella realtà le difficoltà degli eroi sono maggiori rispetto a quelle del romanzo di Polidoro.
La scrittura semplice rende il romanzo molto rapido e gustoso nonostante il tema politico da sempre poco intrigante per il mondo thriller.
Il finale aperto fa pensare che i conti per Jordan con questo caso non sono ancora completamente chiusi...

TRAMA: È una notte di luna piena. In un cimitero di campagna, una piccola processione guidata da un anziano sacerdote impaurito entra in una cripta. Ma non si tratta di un morboso rito esoterico: da una buca nascosta sotto l'altare riemergono mitragliatori, munizioni ed esplosivi. Un vero arsenale di guerra sepolto da chissà quanti anni. "Questi cambieranno ogni cosa" dice il leader del gruppo, estraendo il coltello che metterà fine alla vita del prete. È una tranquilla mattina estiva, a Milano. Bruno Jordan esce di casa per la solita corsa nel parco: è un periodo piuttosto piatto, nella vita dell'inquieto cronista di nera, dopo le vicende che l'anno prima lo hanno portato al clamoroso ritrovamento di una donna scomparsa. Forse anche per questo, di fronte all'irrituale e insistente richiesta di un ex senatore in pensione di aiutarlo a rintracciare la nipote che non ha mai conosciuto, Jordan cede e accetta l'incarico. Per questo, e perché Publio Virgilio Strazzi non è un ex senatore qualunque: è uno dei nomi più quotati per l'imminente elezione del prossimo presidente della Repubblica italiana. Cominciando le indagini, però, Jordan si rende conto ben presto che l'uomo gli ha raccontato solo una parte della verità. Dietro il nonno tormentato dai rimpianti si allunga l'ombra inquietante di un complotto che affonda le radici negli anni più tragici e irrisolti del dopoguerra. E dietro il vicino della porta accanto potrebbe annidarsi un nemico che aspetta solo il momento giusto per seminare morte e terrore. In una crudele corsa contro il tempo, Bruno Jordan si trova di nuovo faccia a faccia con l'abisso più nero dell'animo umano: questa volta, oltre alla sua, sono in gioco molte altre vite.

AUTORE: Massimo Polidoro
EDITORE: Piemme
NAZIONE: Italia
ANNO: 2016
PAGINE: 419

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate