15 maggio 2015

Non ti avvicinare - Luana Lewis

Recensione Non ti avvicinare

Voto 6,5. Dopo Carla Norton e La sua sopravvissuta, ecco Luana Lewis altra nuova autrice proposta dalla casa editrice Longanesi. Luana Lewis, prima di essere una scrittrice, è una psicologa clinica zimbabwese specializzata nella cura di stati d'ansia, stress post-traumatici e depressione.
Il suo romanzo non poteva che essere un thriller psicologico in cui al centro di tutto c'è la mente umana.
In questo caso, Luana Lewis analizza il potere doppio della mente, in grado di manipolare e manipolarsi.
C'è, infatti, chi riesce a manipolare come un burattino il prossimo; c'è chi, invece, rischia di auto-imbrigliarsi per colpa dell'ansia e della paura di vivere.
La protagonista del romanzo: Stella è una donna che non vive più da diciotto mesi, per la sua maledetta agorafobia, ovvero paura della piazza, dell'ambiente esterno o non famigliare.
La sua libertà di scelta è dunque in qualche modo compromessa ed un ruolo importante nella vicenda sembrano averla proprio gli psicofarmaci, i quali da salvatori dello stato d'ansia si rivelano poi fonte di vita. Non ti avvicinare, oltre ad un romanzo, è infatti un'attenta ed esperta analisi sul circolo vizioso che, in alcuni casi, si può generare nel momento in cui si assumono tranquillanti e/o altri prodotti chimici per il benessere psicologico.
Stella è un tutt'uno con la sua fortezza isolata nei pressi di Londra, in cui vive con suo marito Max. Neanche uno spiffero di freddo sembra scalfire questo stato catatonico, questa protezione, questo castello di falsa sicurezza basato su allontanamento fisico e psicologico della protagonista.
E invece, quando tutto sembra fermo, ecco giungere Blue una ragazzina tenace che farà vacillare Stella e le sue certezze.

Dato tema e protagonisti, Non ti avvicinare si muove come un thriller moderno, in cui si alternano spazi e tempi diversi. Si parte dal presente e dalla situazione precostituita per poi analizzarne le cause. La lettura è agevole, riflessiva ed intrigante. Quando si cominciano ad unire tutti i punti, la parte oscura del caso viene a galla abbastanza celermente ma efficacemente. In sintesi, un buon thriller psicologico...

TRAMA: Che cosa faresti se in una gelida serata invernale una ragazza bussasse alla tua porta per chiedere aiuto? Sei sola in casa, hai paura, nessuno può aiutarti... Ma lei è solo una ragazza. Devi accoglierla, non hai altra scelta. Anche perché lei sembra sapere delle cose su di te e sulla tua vita. Delle cose segrete. E nella ragnatela di menzogne che inizia subito a tessere, e che a poco a poco ti intrappola in una spirale di paura, si nasconde qualcosa che non è affatto una bugia. Nel cuore degli inganni si nasconde la verità più pericolosa. È un freddo pomeriggio di dicembre e Stella è chiusa nella sua bella casa nella campagna inglese. Sono diciotto mesi che non esce: lì si sente al sicuro, protetta dal marito Max. Stella è agorafobica, qualcosa nel suo passato l'ha segnata, ma la situazione sta lentamente migliorando, grazie anche alle cure di Max, psicologo. Ma adesso Max è lontano per lavoro e Stella si trova di fronte Blue, una ragazzina magra, molto agitata, di una bellezza sconvolgente, come sconvolgente è quello che le racconta.

AUTORE: Luana Lewis
EDITORE: Longanesi
NAZIONE: Zimbabwe
ANNO: 2015
PAGINE: 322

7 commenti:

  1. Sembra interessante.Amo i thriller psicologici.
    Spero di trovarlo per il kindle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carino, anche se non ci sono grossi colpi di scena. L'autrice mette in scena un gioco di manipolazioni...

      Elimina
  2. E' già sul mio kindle che mi aspetta ma dopo pareri contrastanti non ho più lo slancio che avevo all'inizio e questo tuo voto lo riduce ancora! Magari più avanti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è male, il 6,5 ormai è diventato un buon voto per me :) perché non riesco a trovare più un thriller che mi sorprende completamente...

      Elimina
    2. Su quello ti capisco, anche io faccio fatica a trovare qualcosa che mi sorprenda... è per quello che alterno ad altri generi!
      Ultimamente ho letto il primo della Gerritsen - Il chirurgo - che mi è piaciuto da morire! Ed anche Nessun ritorno di Tim Weaver edito da Time crime mi ha molto colpito!

      Elimina
    3. Di Tess Gerritsen ho letto un romanzo che non mi convinse molto, quindi mi son preso una pausa. Nessun ritorno mi ispira, credo lo leggerò ;)

      Elimina
    4. ahh allora ricordavo male! Mi sembrava che la Gerritsen ti fosse piaciuta! :P

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate