29 maggio 2012

Chronicle. Un nuovo uso dei super poteri nel cinema

Nel suo nuovo film Josh Trank, racconta un'insolita storia di giovani supereroi alle prese con il mondo ed i problemi di oggi. Ne esce fuori un film originale per storia e regia, caratterizzato da un velo di malinconia e di desolazione, in sintesi: Chronicle.

Voto 7. Immaginate di entrare in possesso di super poteri. Cosa fareste? Come vi comportereste?
Chiunque, pensando ad una situazione simile, farebbe riferimento ai classici supereroi cinematografici e dei fumetti: Batman, Superman, Spiderman. Quindi la risposta ovvia potrebbe essere: aiutare il prossimo, sconfiggere i cattivi, in poche parole salvare il mondo.
Non proprio esattamente è andata nel film Chronicle, in cui tre giovani ragazzi acquisiscono strani poteri telecinetici.
Si tratta di Andrew (Dane DeHaan), Matt (Alex Russell) e Steve (Michael B. Jordan). Durante una festa, i tre scoprono una strana fossa; coraggiosamente i ragazzi decidono di scoprire cosa ci sia all'interno di questa strana buca. Il mattino seguente, in tutta facilità, i giovani riescono a spostare oggetti, a fermare la loro traiettoria, a farli volare per aria. 
L'acquisizione dei poteri dunque, avviene in maniera abbastanza standard, ovvero casualmente, come accade anche per i supereroi ufficiali.
La peculiarità di questi nuovi "eroi" riguarda appunto lo sfruttamento di questi poteri, adattati alla personalità di ciascuno dei protagonisti.
I tre ragazzi presentano infatti, caratteristiche abbastanza differenti.

Andrew è un tipo abbastanza sfigato, vergine, che gira sempre insieme alla sua videocamera che costituisce per lui una sorta di barriera nei confronti del mondo esterno. Non ha amici, non ha coraggio e subisce i problemi familiari caratterizzati da un padre violento ed una madre malata. La cosa più trasgressiva che fa, è quella di filmare le cheerleader durante gli allenamenti. Andrew è anche una vittima dei vari bulli, che lo maltrattano e lo deridono in continuazione, riducendolo ad una nullità piagnucolosa.
Matt è il cugino di Andrew. Un tipo filosofico/psicologico che cita continuamente Platone e/o Jung. Un ragazzo solare, tranquillo, che ha come vero obiettivo la conquista di Casey (Ashley Hinshaw), una blogger anche lei amante dei video.
Steve è il terzo della compagnia, conosciuto nel giorno della "festa della svolta delle loro vite". Ragazzo allegro, simpatico, sportivo, festoso, che cerca di tenere unito il gruppo.

La prima parte della pellicola è molto easy, risultando a tratti anche divertente e comica. I tre infatti utilizzano in maniera adolescenziale i loro poteri telecinesi, divertendosi a spostare oggetti e far spaventare la povera gente ignara; nulla a che vedere dunque con i vari Batman, Superman, etc..
Il film ammicca volutamente alla società odierna, sempre più "vittima" di Youtube e Facebook. I ragazzi si divertono infatti a filmare qualunque cosa, commentando il girato, pronto per essere mostrato ad un pubblico, in questo caso noi spettatori.
Uno degli sbocchi naturali derivanti dalla possessione di questi poteri è quello di poter partecipare ad un talent show, mostrando a tutti le proprie capacità, con il fine ultimo di essere osannati e popolari.
Ma le cose belle, allegre e positive, non sono destinate a durare per sempre; i problemi personali e familiari potranno risvegliare il lato oscuro di questi super poteri...

Come detto in precedenza, in Chronicle si fa largo uso di telecamera. Andrew non solo è il protagonista principale, ma anche una sorta di regista "in campo". E' lui infatti con la sua inseparabile videocamera a filmare tutto quanto accade prima e dopo l'avvento dei super poteri. Grazie a questo espediente, il vero regista Josh Trank riesce a regalare a Chronicle una regia vivace, che mette insieme lo stile mockumentary a quello di una regia vorticosa e fatta di molti piano sequenza.
Alle riprese "live", succedono infatti le riprese più tecniche, che genialmente sono parte attiva del film. Andrew infatti con i suoi super poteri riesce a manovrare la camera senza possederla fisicamente, regalando inquadrature spettacolari ai "suoi spettatori".
Le riprese iniziali più sporche e fatte a mano, coincidono con la fase di non possessione dei poteri; mentre una volta diventati supereroi i protagonisti, le inquadrature divengono più spettacolari e vorticose.
In sintesi Chronicle si dimostra essere un prodotto originale ed interessante sia per contenuto che per tecnica; chissà che non ci sia un secondo capitolo.....

USCITA CINEMA: 09/05/2012
REGIA: Josh Trank
SCENEGGIATURA: Max Landis
ATTORI: Michael B. JordanDane DeHaanMichael KellyAshley HinshawAnna WoodAlex Russell

2 commenti:

  1. sì, interessante, però non mi ha entusiasmato del tutto.
    quanto al secondo capitolo, mi sembra sia già in lavorazione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho rivisto la tua recensione sul finto originale;) non avendo visto le serie a cui somiglia l'ho invece trovato originale:)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate