14 marzo 2017

Una perfetta sconosciuta - Alafair Burke

Il mondo delle meraviglie di Alice si sgretola pagina dopo pagina in una galleria degli orrori...Segreti, misteri ed instabilità rendono Una perfetta sconosciuta un thriller da leggere tutto d'un fiato.

E' una bella sensazione cominciare la recensione di Una perfetta sconosciuta, con una mia frase di lancio. Questa interessante iniziativa è stata promossa dalla casa editrice Piemme che per l'occasione ha anche organizzato un blogtour, dedicato al romanzo di Alafair Burke.
La scrittrice americana ritorna in Italia dopo il buon successo de La ragazza nel parco, ed ancora una volta punta su una donna per imporsi nelle classifiche thriller nostrane.
Alice Humphrey è la protagonista assoluta del romanzo. Una ragazza agiata, figlia di un noto attore e produttore cinematografico, potrebbe vivere nel lusso ed adagiarsi sulle ricchezze di famiglia.
Alice invece vuole costruirsi da sola la sua carriera lavorativa e nonostante l'imponente ombra del padre, prova a sfondare nel mondo dell'arte.
L'occasione giusta le arriva all'improvviso: un tizio le propone di gestire una galleria di quadri. Come mai hanno scelto proprio lei? Quale mistero si cela dietro questa proposta lavorativa?
Alice non fa neanche in tempo a intuire le risposte a queste domande, in quanto il suo datore di lavoro viene trovato morto nella galleria. Alice per una serie di circostanze diventa la maggiore sospettata.

Il perno su cui fa leva Una perfetta sconosciuta è sicuramente il passaggio dal sogno all'incubo. Immaginate di aver raggiunto tutti i vostri obiettivi professionali, aver ottenuto il lavoro della vostra vita dopo sforzi immani e tutto con la sola vostra forza di volontà. Sicurezza, stabilità e voglia di costruire finalmente un futuro. 
Questo bel sogno ha una durata limitata ed anzi ci si ritorce contro. Accusati di omicidio, braccati dalla polizia. In un attimo il mondo che ci crolla addosso e dovremo investigare per capire cosa sia realmente successo.

Una perfetta sconosciuta è un romanzo a due binari, oltre alla storia di Alice avremo la sparizione di Becca, una minorenne con problemi famigliari. In questo "quadro" si inseriscono le organizzazioni bacchettone e pronte a gridare lo scandalo verso il moderno e la provocazione.
Una perfetta sconosciuta è tutto questo...

TRAMA: Immagina che la polizia arrivi a casa tua e ti mostri una foto in cui tu - con i capelli di quel tuo rosso inconfondibile, il tuo cappotto blu - stai baciando un uomo. Peccato che quell'uomo sia stato trovato morto trentuno ore prima, e tu non ricordi di averlo mai baciato. Anzi, lo conoscevi appena. Era il tuo nuovo capo, l'uomo che ti aveva dato in gestione la galleria per conto di un misterioso proprietario. Il lavoro dei tuoi sogni: ti era sembrato troppo facile, troppo bello per essere vero. Eppure tutto era andato liscio, la galleria esisteva davvero, avevi firmato un contratto regolare. Adesso, però, guardando quella foto capisci che non c'era niente di regolare. Niente di facile. Perché là fuori qualcuno sta cercando di incastrarti, anche se non riesci a immaginare il motivo. Qualcuno che sa molte cose di te. E che forse ti è molto vicino... In questo thriller in cui nulla è come sembra, Alice Humphrey vede crollare intorno a sé, come un castello di carte, ogni certezza. Compresa quella più importante: la sua stessa innocenza.

AUTORE: Alafair Burke
EDITORE: Piemme
NAZIONE: Usa
ANNO: 2017
PAGINE: 432

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate