12 dicembre 2016

Inferno

Voto 6. La notizia dell'uscita di Inferno di Dan Brown mi affascinò molto. Ero davvero incuriosito dal modo in cui venisse trattata la Divina commedia. Per chi avesse letto la mia recensione sul romanzo, saprà come alla fine rimasi abbastanza deluso da questa mera operazione commerciale, che parlava davvero poco dell'inferno dantesco e si esplicava sostanzialmente in una guida turistica in alcune fantastiche città, quali Firenze, Venezia, Instanbul.
Dunque, non attendevo con molta ansia il lavoro di Ron Howard con Tom Hanks. La terza trasposizione dopo Il codice da Vinci ed Angeli & Demoni.
In realtà Inferno è un prodotto godibile, meno noioso del romanzo per il taglio necessario di alcune parti, ma dagli effetti speciali un po' grossolani.
Nonostante Inferno sia un blockbusterone potendo dunque contare su denaro cash, inizia un tantino male soprattutto nella riproduzione della fantasia del professor Langdon. Quest'ultimo infatti è affetto da una forma di amnesia che non gli consente di ricordare cosa abbia fatto nei giorni precedenti. Ricoverato in un ospedale fiorentino al cospetto della dottoressa Sienna Brooks (Felicity Jones), il professor Langdon è affetto anche da una forma di disturbo cognitivo, che gli fa vedere delle allucinazioni. Proprio la creazione di questi elementi fantastici è abbastanza malfatta.
Va meglio invece nella parte più realistica e lineare del film, nonostante la trama sia classicissima: una caccia al tesoro del protagonista con la sua nuova aiutante per decriptare dei segreti per salvare il mondo.
Il virus della peste è infatti stato creato e deve essere soltanto diffuso, questo perché secondo il milionario Bertrand Zobrist (Ben Foster) sulla faccia della terra siamo in troppi e sterminarne un bel po' significherebbe ripresa.
I nostri "eroi" dovranno dunque decifrare degli indizi per capire dove si nascondi questo virus, arrivando prima dei cattivi.
In tutto ciò non manca la parte thriller, ovvero un buon colpo di scena a tre quarti del film. I protagonisti infatti sono attorniati da un cast nutrito di co-protagonisti tra cui Christopher Bruder interpretato da Omar By (Quasi amici), utili per creare confusione nello spettatore per quanto riguarda il loro schieramento.
In sintesi Inferno è un film visibile ma certamente non un capolavoro indimenticabile, com'è stato il romanzo di Dan Brown...

  • DATA USCITA
  • GENERE: Thriller , Azione
  • REGIA: Ron Howard
  • ATTORITom HanksFelicity JonesBen FosterOmar SyIrrfan KhanSidse Babett KnudsenFausto Maria SciarappaAna Ularu

1 commento:

  1. Io invece l'ho trovato davvero noioso, ma tanto. Due ore di inseguimenti senza senso... Davvero tremendo! :)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate