18 febbraio 2016

The Lobster

Voto 6,5. Accostare The Lobster di Yorgos Lanthimos ad un thriller è un grosso azzardo, perciò non farò lo stesso errore di Comingsoon che tra gli altri generi (drammatico, sentimentale) ci inserisce anche il thriller, nella scheda tecnica del suddetto film.
Non vi venderò dunque The Lobster come un thriller altrimenti le aspettative dei fan di questo genere resterebbero alquanto deluse. The Lobster è invece un quadro surreale e dispotico sul tema amore.
Una pennellata particolare quella del regista che affascina per l'idea ma che è molto lontano da un capolavoro sentimentale, quale fu ad esempio Se mi lasci ti cancello, altro film particolare sul tema amore.
L'assunto da cui parte il film consisterebbe in questa teoria: vivere da soli è più faticoso che vivere in coppia per diversi motivi che vi verranno illustrati poi nel corso del film.
Perciò esiste un hotel speciale o meglio una prigione che "arresta" i single. Ci ospita per 45 giorni, ci offre la possibilità di conoscere la nostra lei. Se non sfruttiamo questa golosa opportunità però verremo puniti, motivo in più per trovare la dolce metà. Se entro 45 giorni lo stato è ancora quello di "single" si viene trasformati in un animale a scelta, condizione che ci accompagnerà per il resto della nostra vita. I più coraggiosi fuggono dall'hotel vivendo in solitudine con altri solitari, dovendo sottostare anche qui a delle precise regole che vanno contro le relazioni di coppia.

Personaggio di spicco di questo film è senza dubbio David, interpretato da un Colin Farell abbastanza ingrassato. Lasciato dalla moglie decide di vivere questa "avventura", decidendo di trascorrere i suoi prossimi 45 giorni in questo lussuoso hotel. Proprio lo scorrere rapido del tempo potrebbe rivelarsi un'analisi veritiera sulla società, in cui i single di una certa età hanno sempre meno tempo per trovare la compagna della vita. In realtà questa "affermazione" sarebbe stata più pertinente qualche decennio fa, oggigiorno a 45 anni ed anche più si è ancora "giovani" avendo tutta la vita davanti per trovare il/la partner giusto/a.
Tralasciando queste considerazioni sociali, The Lobster dovrebbe essere un film sull'amore e sui sentimenti, invece diventa un film sull'accontentarsi di una persona pur di vivere in coppia. Infatti, soprattutto nella prima parte, a mancare sono le emozioni, i sentimenti. Tutti i personaggi si muovono in maniera distaccata, fredda, pressati soprattutto dal passaggio del tempo e dall'incubo di trasformarsi in animali. 
La difficoltà nel trovare l'amore è lampante e sottolineata dalle non coincidenze...

SPOILER
...David incontra una ragazza miope (Rachel Weisz) nel mondo dei solitari dove non ci si può innamorare. Per vivere là la donna miope ha affrontato lo stesso percorso di David, vivendo nell'hotel e non incontrando l'anima gemella; sarebbe bastato che i due avessero alloggiato nell'hotel nello stesso periodo e la coppia perfetta si sarebbe formata. Sfortuna dell'amore!!

  • DATA USCITA
  • GENEREDrammatico , Sentimentale ,Thriller
  • REGIA: Yorgos Lanthimos
  • ATTORI: Colin FarrellRachel WeiszLéa SeydouxBen WhishawJohn C. ReillyOlivia ColmanAshley JensenMichael Smiley,Ariane LabedAggeliki PapouliaJessica Barden

4 commenti:

  1. Splendida la prima parte, un po' meno la parentesi dei boschi. E, ricorda, non si vive di solo thriller. Era così, no? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, si cmq di thriller parlo solo sul blog, non vorrei uscire troppo dal tema :P però gli altri film li sto guardando tutti, soprattutto quelli candidati agli Oscar B-)

      Elimina
  2. A me i film "freddi" piacciono anche, però qui forse si è esagerato un pochino e la visione finisce per essere quasi glaciale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono per i romantici freddi, ma in questo caso la seconda parte è un freddo che spegne tutto :)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate