15 dicembre 2015

The Visit

Voto 6,5. La carriera di M. Night Shyamalan è sempre stata altalenante, dal capolavoro The Sixt Sense alla discutibile serie Wayward Pines, tra l'altro fresca di rinnovo per un'altra stagione.
L'andamento del genere mockumentary è invece sempre più in caduta libera; io ad esempio nutro un particolare odio per queste riprese movimentate.
The Visit potrebbe essere un film che rinfresca la carriera di Shyamalan e regala linfa nuova al bistrattato mocumentary.
La storia ideata dal regista indiano ha radice antiche, strizzando l'occhio alla favola di Hansel & Gretel. Protagonisti di The Visit sono due ragazzini (fratello-sorella) che decidono di regalare un weekend di relax alla madre single, abbandonata dal padre. Come meta i due ragazzi scelgono la casa dei nonni materni, mai visti prima. In passato la madre dei ragazzi lasciò la casa familiare per amore del futuro compagno, il quale poi l'abbandonò.
Sembrerebbe una trama complessa alla Beautiful invece è molto più semplice, anzi i ragazzi approfittano di questa situazione per far rappacificare mamma e nonni.
La quindicenne Rebecca è una giovane filmaker (per nostra fortuna), espediente utile per il mockumentary. Assistita dal fratello Tyler cercherà di strappare una dichiarazione di pace dai nonni.
Per lungo tempo il film è uno "spasso", una commedia in cui recitano due ragazzini simpatici e naturali. Tra i due il più "simpaticone" è senza dubbio Tyler, vivace anche se ha l'ossessione dei germi.
Arrivati a questo punto vi chiederete dov'è l'horror?
Come anticipa la trama ufficiale l'horror si nasconde nel comportamento strano dei nonni, logorati dal passaggio degli anni e dalla solitudine.
Se i momenti di terrore sono relegati negli ultimi minuti della pellicola e la tensione resta bassa per gran parte del film; The Visit ha il merito di giocare con i cliché dell'horror, vedi alcune scene volutamente ridicole.

  • DATA USCITA: 
  • GENERE: Thriller
  • REGIA: M. Night Shyamalan
  • ATTORIKathryn HahnOlivia DeJongeEd OxenbouldDeanna DunaganPeter McRobbieErica Lynne Marszalek

2 commenti:

  1. Concordiamo pure sul voto. ;)
    L'ho trovato una bella sorpresina, considerati i precedenti di Shyamalan, e nel finale mi ha addirittura intenerito. A una favola - anche se dark - non poteva mancare la sua morale.

    RispondiElimina
  2. Un brillante ritorno per lo Shyamalan.
    Più comedy che horror, probabilmente, ma va bene così.

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate