7 novembre 2015

Reversal - La fuga è solo l'inizio

Voto 5. Reversal - La fuga è solo l'inizio di José Manuel Cravioto entra di diritto nella lista dei revenge movie, paragonabile (tanto per fare un esempio) a I spit on your grave.
Anzi la "genialata" degli autori è quello di cominciare subito dalla vendetta della protagonista. Eve è stata infatti segregata da un carceriere come tante altre ragazze di tanti altri film horror. Ma Eve è una tipa tosta e perciò con una pietra (chissà come mai sia finita vicino alla prigioniera proprio una pietra) aggredisce il suo aguzzino.
Invece di darsela a gambe e ritornare alla libertà e al massimo chiamare la polizia, Eve decide di ergersi eroina e trovare le altre ragazze tenute segregate. Già, perché pare che la lista non si limiti alla sconsolata protagonista ma contenga altre ragazze. Anche il ritrovamento della lista da parte di Eve è abbastanza facilotto.
La buona idea iniziale, lascia dunque spazio ad una caccia al tesoro in cui a farci da cicerone saranno Eve ed il suo carceriere.
Il rapporto tra i due è nettamente cambiato, in quanto a tenere le redini del gioco è Eve. Un rapporto quello tra i due improponibile nella realtà in cui la cosiddetta sindrome di Stoccolma lascia impietrite le vittime al cospetto degli aguzzini.
Molto inverosimili anche le successive sequenze del film, intervallate da video riprese della protagonista che ci mostra la sua vita idilliaca prima del rapimento. Buona la fotografia, anche se alcune scene paiono scopiazzate da Seven o Saw l'enigmista.
Il finale lascia presagire un sequel...

  • DATA USCITA
  • GENERE: Horror , Thriller
  • REGIA: José Manuel Cravioto
  • ATTORI: Tina IvlevRichard TysonBianca Malinowski

6 commenti:

  1. Dopo la buona idea iniziale, si sviluppa una delle sceneggiature più idiot... volevo dire inverosimili di sempre.
    Tremo al solo pensiero di un sequel... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paura eh :D Chissà che succederà nel sequel ahah

      Elimina
  2. Talmente terribile da mettere d'accordo anche me e Cannibal. Una cosa più unica che rara. ;)

    RispondiElimina
  3. Brutto, ma non bruttissimo come hanno scritto Ford e il Cannibale, secondo me.
    Concordo in pieno col tuo cinque. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha il pregio di non annoiare, nonostante la sceneggiatura scarsetta...

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate