9 luglio 2014

Locke

Voto 6. La premessa d'obbligo che va fatta sul film Locke di Steven Knight riguarda il suo genere e la sua pertinenza su questo blog. Locke, sebbene sia etichettato come thriller da coming soon e Mymovies, è prettamente un film drammatico.
Niente suspense, niente colpi di scena dunque. Locke è un viaggio dritto per dritto, senza alcun cambio di meta e senza nessuno scossone.
E' un viaggio simbolico quello del protagonista: Ivan Locke, interpretato da un Tom Hardy solo con la sua auto ed un telefono che non tace mai.
Steven Knight già regista di Redemption - Identità nascoste, per il suo nuovo film sceglie la storia di un uomo ordinario che dovrà effettuare un viaggio introspettivo per risolvere i suoi comunissimi problemi.
Ivan Locke invece di essere nella sua macchina dovrebbe essere in almeno altri tre luoghi: a casa con sua moglie e suo figlio per seguire un'importante partita; al lavoro per completare pratiche burocratiche relative ad un importantissimo lavoro; affianco all'amante che sta per partorire suo figlio.
Locke invece è solo nella sua auto a parlare telefonicamente con queste persone che hanno bisogno di lui. Sembrerebbe una scelta irresponsabile quella del protagonista; al contrario Locke in questa notte sta assumendo tutte le sue responsabilità, sta prendendo una strada dalla quale sarà impossibile tornare indietro.

Il film di Knight è dunque un viaggio reale ed introspettivo che non regala spettacolo e adrenalina al pubblico. Se ci si aspetta un classico film di Tom Hardy, lo spettatore potrebbe essere altamente deluso, in quanto Locke è un film in cui non accade nulla.
L'ambientazione unica non è certo un limite per la creazione di atmosfere thriller, basti citare ad esempio Saw l'enigmista o Buried - Sepolto.
Locke invece sceglie deliberatamente tutta altra strada, restando fermo per 90 minuti sullo stesso argomento: l'assunzione di responsabilità da parte di un uomo comune.
Ivan Locke ha costruito la sua vita come un palazzo indistruttibile con il miglior cemento disponibile. E' bastata una piccola cazzata per far crollare la sua fortezza. Sarebbe facile prendere un auto e scappare, molto più difficile guardare in faccia la realtà.

  • DATA USCITA
  • GENERE: Drammatico, Thriller
  • REGIA: Steven Knight
  • SCENEGGIATURASteven Knight
  • ATTORITom Hardy

4 commenti:

  1. Felice di non concordare, per una volta. Lo sai già. Io l'ho trovato sorprendentemente bello. Userò le stelline, per "votarlo", ma sarebbe sul sette e mezzo. Secondo me, statico non è mai. Pensavo non mi piacesse, invece ha stupito me per primo. L'odissea di un uomo qualsiasi, la vita di un uomo qualsiasi, ma un qualunquismo che fa di Locke la differenza. Bravissimo il protagonista e molto, molto toccante la chiamata finale. Non è di nessun genere, non accade granché, ma in quell'ora e mezza ho pensato che quel Locke alla guida, fra dieci anni, avrei potuto essere pure io. Piaciuto tanto.

    RispondiElimina
  2. non è il classico thriller, e meno male, però è un film secondo me ricchissimo di suspense.
    e poi non è vero che non succede nulla. non c'è azione fisica, però c'è un uomo che in un'ora e mezza stravolge del tutto la sua vita. ti sembra nulla? :)

    RispondiElimina
  3. Pensa un po'.
    Mi fai perfino concordare con Peppa Kid.

    RispondiElimina
  4. Sono l'unico a cui non ha convinto al 100%, non so, nonostante sia un film realistico e innovativo, non mi ha entusiasmato e non mi ha neanche emozionato...

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate