28 ottobre 2013

Skyfall

007 non muore mai.

Degli uomini verranno a ucciderci.
Li uccideremo prima noi.
Voto 6. Questa una frase emblematica tratta dal film Skyfall di Sam Mendes, che a mio avviso ne riassume tutto l'andamento.
Skyfall infatti si rivela una pellicola irrealistica e alquanto prevedibile, adatta al pubblico amante dell'action ed in particolare di 007.
James Bond i cui panni ormai sono ben indossati dall'elegante Daniel Craig, è considerabile un comune supereroe vestito con maggior classe.
Un uomo indistruttibile nonostante la presunta morte dopo i primi dieci minuti. In questa storia il Bond resuscitato dovrà recuperare una lista inerente alcuni infiltrati, rei di attentati terroristici. La questione ruota tutt'intorno alla figura di M (Judi Dench) e sull'identificazione del mandante di questi attacchi. Nome che Bond ci metterà un pò ad individuare, dovendo affrontare dei viaggi intercontinentali: da Shanghai a Macao.
Alla fine del percorso troverà come suo antagonista Raoul Silva (Javier Bardem), un ex agente di M.

La base su cui poggia Skyfall è la più vecchia del mondo: un protagonista indistruttibile ed un antagonista agguerrito ed incattivito. In mezzo c'è l'oggetto di valore, che non si traduce questa volta nella persona amata dal protagonista, ma in un arzilla vecchietta che ha addestrato i due agenti, che ora combattono per scopi differenti: James Bond dovrà difendere M dall'attacco di Silva.
A cambiare è soprattutto la cornice di questo quadro. Skyfall infatti stupisce e convince soprattutto nell'aspetto scenografico e fotografico, che alterna panorami colorati e moderni a vecchi ruderi e gallerie sotterranee. Roger Deakins è infatti stato nominato agli Oscar del 2013 per la miglior fotografia.
A vincere è invece stata la parte musicale di Skyfall: Adele e la sua Skyfall hanno vinto l'Oscar per miglior canzone; mentre Per Hallberg e Karen Baker Landers si sono aggiudicati il premio per il Miglior montaggio sonoro.
A dar ragione all'ennesimo film su 007 è soprattutto il pubblico, il quale fedele ha assistito a questo spettacolo di 140 minuti: 300.000.000 dollari l'incasso americano, quasi 13.000.000 euro la somma guadagnata in Italia.

A mancare è stata invece l'originalità di sceneggiatura che scaturisce dall'impossibilità di distruggere il personaggio di 007. Hanno ucciso l'uomo ragno degli 883 era una canzone scritta e cantata per esorcizzare/ammazzare per una volta i grandi miti del cinema e dei fumetti, che tuttavia desistono al tempo e si attualizzano alla modernità.
A sostegno di quest'affermazione c'è la scena in cui James Bond dialoga con l'esperto di tecnologia. Secondo voi chi avrà l'intuizione geniale tra codici cifrati e strane sigle?
Uno 007 a tutto tondo, che comincia a perdere i pezzi del suo passato, ma non abbandona il suo charme e la sua destrezza sul campo, pronto sempre ad uccidere prima degli altri per rimanere immortale.

USCITA CINEMA: 
GENERE: Azione, Thriller, Avventura
REGIA: Sam Mendes
SCENEGGIATURA: Neal Purvis, Robert Wade, John Logan
ATTORI: Daniel Craig, Judi Dench, Javier Bardem, Ralph Fiennes, Naomie Harris, Bérénice Marlohe, Albert Finney

9 commenti:

  1. Io non sono una patita di Bond, ma questo mi è piaciuto. Bardem era già stato un ottimo cattivo in Non è un paese per vecchi; qui conferma che la parte da psicopatico gli si addice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bardem mi ha ricordato un pò il Joker di Jack Nicholson, anch'io non sono un patito di Bond anche perchè alla fine vince sempre lui :D

      Elimina
  2. ma no dai solo 6??? tra i Bond che ho visto (in totale credo di averne visti na decina) questo è quello che più mi piace, cupo, drammatico e con un cattivo super

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come detto sopra non sono un fan di Bond, questo è il primo che vedo :) non amo in generale i film in cui il buono vince sempre, dunque Skyfall non era un film per me :D

      Elimina
    2. nemmeno io sono fan di Bond, questi ultimi con Craig mi piaccion moltom ma gli altri mi dicon poco, questo però mi è piaciuta assai, anche se si, pure io preferisco quando sono i cattivi a vincere ;-)

      Elimina
  3. da non fan nè dell'action nè di bond, a sorpresa l'ho trovato decente.
    poi certo, i film belli e originali sono un'altra cosa... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh il 6 vuol dire che è decente :) anch'io non sono un fan di bond e penso che i film originali siano un'altra cosa ;)

      Elimina
  4. Dopo tanto tempo (la mia recensione non vale perché ormai ho un parere diverso) mi sono ricreduta su questo qui, sono d'accordo mi piacque di piú Casino Royale che si ispirava al libro di Fleming e poi i film del passato di Bond.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casino Royale non l'ho visto, questo ha buoni spunti ma non è il mio genere di film preferito come avrai capito dai commenti sopra :D

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate