28 marzo 2013

La Madre

Alla ricerca della mamma giusta.

Voto 5,5. Ninna nanna, ninna oh, questo bimbo a chi lo do? Lo darò alla Befana Che lo tiene una settimana Lo darò all'Uomo Nero Che lo tiene un anno intero.......
Questa è una delle classifiche filastrocche che di solito le mamme cantano ai loro bambini per farli addormentare. Di certo citando l'uomo nero il sonno dei piccoli potrebbe avere qualche imprevisto, ma pur di un momento di tranquillità i genitori sarebbero disposti quasi a tutto.
Ma che c'entra questa frase con il film La Madre di Andres Muschietti?
Nulla o forse tanto.
Sta di fatto che Victoria (Megan Charpentier) e Lilly (Isabelle Nelisse) per lunghi cinque anni, questa canzoncina (o roba simile) l'hanno ascoltata in maniera differente e "l'uomo nero" forse l'hanno visto molto più da vicino rispetto ad altri bambini.
Le due piccole sopracitate infatti hanno vissuto un'infanzia travagliata. Il padre ha prima ammazzato la madre, e poi condotto le piccole in un bosco. Dopo dieci minuti è sparito tragicamente anche lui.
Le due bambine per cinque anni sono cresciute in una casa nel bosco isolate e in maniera selvaggia, fin quando sono state ritrovate da due sconosciuti.
Ad occuparsene ora sarà lo zio paterno Lucas (Nikolaj Coster-Waldau) e la sua compagna Annabel (Jessica Chastain).
Come saranno ora i sogni delle ragazzine? 

La Madre è un film abbastanza ibrido che mescola thriller, horror e fantasy. Una pellicola che si maschera da ghost story per approfondire l'istintivo e insito rapporto che lega un figlio ad una mamma.
Di mamma c'è ne una sola. Le due piccole protagoniste della pellicola purtroppo l'hanno persa e dunque sono in cerca di una guida che illustri loro come va il mondo.
Caratteristica particolare de La Madre, è quella della non apparizione della madre naturale delle due ragazzine, mai mostrata allo spettatore.
Questo sottolinea l'assenza impellente di una guida materna per le due ragazzine, che sceglieranno poi nel corso della pellicola.
Figura importante e tangibile per le due sarà soprattutto Annabel, una donna che è tuttavia l'antitesi di una madre. La vediamo festeggiare ad un test negativo di gravidanza. La vediamo suonare e vestirsi come una ragazzina quindicenne. A lei mancano le caratteristiche proprie di una madre, quali la possessività, la voglia di controllo, lo stato ansioso, etc..
Persino le pareti di una casa sembrano più adatte di lei per questo ruolo....

Dal punto di vista del genere, La Madre come detto è un film abbastanza variegato. Al suo interno sono presenti atmosfere thriller; elementi caratteristici dell'horror, vedi insetti, case isolate, bambine strane, presenze oscure; ed un epilogo fantasy con atmosfere che ricordano vagamente i film di Tim Burton.
Una pellicola dunque che potrebbe lasciare interdetti per la sua poliedricità e per la sua non appartenenza a nessun genere particolare.
Gli amanti dell'horror ad esempio non avranno di che temere, ritrovandosi di fronte trucchi consueti e apparizioni poco paurose. Ancor peggio andrà per gli amanti del thriller, in quanto il film presenta pochi elementi di suspense. Gli appassionati di fantasy invece dovranno aspettare il finale per ritrovarsi di fronte a scene dal sapore anche drammatico.
Un film dunque con qualche buono spunto che non mi ha coinvolto e convinto totalmente...

USCITA CINEMA: 
GENERE: Horror, Thriller
REGIA: Andres Muschietti
SCENEGGIATURA: Neil CrossAndres MuschiettiBarbara Muschietti
ATTORI: Jessica ChastainNikolaj Coster-WaldauMegan CharpentierIsabelle NélisseDaniel KashJavier Botet,Jane MoffatJulia Chantrey

10 commenti:

  1. Io l'avevo visto in inglese e mi era piaciuto. C'è una sorta di rielaborazione dei clichè tipici dei film dell'orrore, ma era tutto abbastanza convincente e inquietante. La bambina piccola pure troppo inquietante!
    E Jessica Chastain poi è bravissima!

    RispondiElimina
  2. Beh, dai, c'è chi lo ha distrutto. Azz, mi devo mettere d'impegno e guardarmelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tipo io Eddy! di una mediocrità straripante.

      Elimina
  3. Non saprei, c'è la magnifica Jessica...ma poi poco altro da segnalare. Non mi ha convinto molto

    RispondiElimina
  4. già solo per jessica chastain merita la sufficienza!

    RispondiElimina
  5. Diciamo che siamo sul 3-2 per la mediocrità, alza la media sicuramente la Chastain ma il film non mi ha sconvolto nel complesso. Trama accettabile ma nulla di eclatante...
    quindi Eddy vedilo ma non aspettarti granchè:D

    RispondiElimina
  6. Ottima rece Nico. Hai perfettamente ragione sul mix di generi, specie nel finale la virata sul fantasy dark è notevole (solo la rupe fa tanto fantasy). A mio parere una vera attrice nel ruolo del mostro e un uso molto più limitato del digitale avrebbe portato a un carica horror molto più marcata.
    A presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie:) si credo che il vedo non vedo a volte sia più efficace di questi mostri mal realizzati, che forse possono incutere timore ad un pubblico infantile, ma abbastanza comici per gli adulti...

      Elimina
  7. Volevo vederlo....ma mi sa che ci ripenso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è bruttissimo, ma secondo me carente in qualche punto...

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate