16 febbraio 2013

Cassandra, graphic novel dal racconto di Giancarlo De Cataldo

La città è Roma ma non è Roma.
Il Paese è l’Italia ma non è l’Italia.
E di Terra Promessa ha veramente poco o niente.

Con questa frase si apre e si chiude il Graphic Novel: Cassandra, elaborato da tre grandi artisti. Nato dalla mente di Giancarlo De Cataldo, autore del mitico Romanzo Criminale; sceneggiato da Leonardo Valenti, che annovera tra i suoi lavori: Romanzo Criminale - La serie, Il Mostro di Firenze, Ris – Delitti Imperfetti, ACAB; Cassandra è un lavoro fermamente voluto da Marco Caselli, giovane disegnatore di fumetti al suo esordio da professionista.
Il talento fumettistico di Marco, distribuito all’interno di una storia stabile e senza fronzoli, regala al pubblico un Graphic Novel estremamente interessante.
Si tratta di un fumetto fortemente cinematografico, vicinissimo a degli storyboard pronti per essere trasformati in fotogrammi di una pellicola.
Un cortometraggio con pochi personaggi tutti ben delineati che recitano la propria parte in maniera egregia. Maschere che rispecchiano pienamente la nostra società. Una società che nonostante le enormi differenze geografiche, culturali e sociali, presenta degli elementi comuni negativi: tra tutti l’esaltazione delle differenze.

Cassandra si apre infatti come il più classico dei noir. Un giovane egiziano viene ammazzato al pari di una bestia, mettendo subito in risalto dunque la questione razzismo. Un preconcetto difficile da superare, nonostante la crescita sociale del nostro paese.
Ad indagare sulla questione sarà Marco Zucca, un giovane agente dal bell’aspetto ma dall’animo turbato. La sua corazza esterna agghindata da una potente moto Ninja, sarà lo scudo indispensabile per proteggere la sua fragilità d’animo.
Marco sarà una sorta di infiltrato pronto a carpire segreti su Il Nero, una sorta di boss che adopera nel Quartiere Quattrocastelli una pulizia etnica.
Per farlo si servirà inizialmente di Cassandra, un transessuale che frequenta il bar del Nero.
Cassandra è un altro personaggio che segnala come la diversità sia uno degli ostacoli difficilmente superabili. Trans – Nero sono dei termini negativi, soggetti da trattare con le molle, da tenere a bada.
Sulle note di Patty Pravo, conosceremo la fragilità di questo soggetto in fase di trasformazione, predisposto a ricevere “schiaffi morali”, ma con una gran voglia di innamorarsi.

Se Cassandra nasce come un noir sociale e metropolitano, lo sviluppo ci mostra una trasformazione della storia e appunto dei protagonisti. Al centro dei riflettori ci sarà infatti il rapporto tra Cassandra e Marco, personaggi che da beceri egoisti diverranno coscienziosi e pronti a chiarire i propri problemi irrisolti.
Un fumetto che dunque farà felici i lettori che amano più generi: dal noir al sociale, passando per un romanticismo moderno.
Riguardo alla realizzazione tecnica dei personaggi e delle ambientazioni, nonostante la passione per il disegno ammetto di non esser in grado di poterli giudicare. Da osservatore mi sembrano ottimi e con un taglio molto cinematografico. Marco Caselli infatti oltre a dedicarsi a primi piani e figure intere, che rimarcano l’aspetto dei protagonisti; si diletta in inquadrature da cinema, con campi – controcampi; inquadrature dal basso e dall’alto.
I dialoghi di Leonardo Valenti sono serrati e senza fronzoli, lasciando “parlare” in alcune scene solamente le azioni.

Per chi volesse approfondire alcuni aspetti di questo romanzo, il 24 febbraio a Milano, al Ligera Cafè ci sarà un incontro con Leonardo Valenti e Marco Caselli.
Altra iniziativa particolare è indetta dalla casa editrice Tunuè che da la possibilità di acquistare con un ulteriore sconto i romanzi pubblicati, tra questi appunto Cassandra. Se foste interessati a questo e altri romanzi editi da Tunuè, acquistateli online e una volta arrivati alla cassa online inserite  il codice: affarinostri, uno sconto del 15% sarà applicato oltre quelli già previsti.
Se dovessi esprimere il mio parere direi che ne vale veramente la pena. Ammetto di non essere un grande lettore di fumetti/graphic novel, ma la storia e i disegni di questo Cassandra mi hanno avvicinato tantissimo a questo mondo, a metà tra cinema e letteratura….

COMUNICATO UFFICIALE: «Cassandra» arriva a Milano:  il racconto firmato dallo scrittore Giancarlo De Cataldo nell'antologia Teneri Assassini – una sconvolgente galleria narrativa di “casi” di ragazzi criminali uscita per Einaudi – diventa oggi un intenso graphic novel, realizzato dallo sceneggiatore della serie TV Romanzo criminale Leonardo Valenti e disegnato dal giovane talento Marco Caselli.

Presentazione e dediche con aperitivo e djset a Milano il 24 febbraio 2013 presso il Ligera café.
Ingresso libero, aperitivo, dediche, live painting

TRAMA UFFICIALE: Una ragazza alta, fisico slanciato, cammina lungo una strada, ancheggiando, cuffie alle orecchie. Si chiama Cassandra, è transessuale, ha 26 anni: c'è gente che morirebbe per lei. Lei invece a volte vorrebbe solo morire.


Un graphic novel dalle atmosfere noir. La storia di un’anima in pena ai margini della società, in cerca d’amore e redenzione.

2 commenti:

  1. Mi ispira parecchio..infatti sarà la prossima lettura che mi aspetta :) Bella recensione!

    RispondiElimina
  2. Grazie mille:) è molto rapido, letto in pochissime ore, aspetto la tua recensione allora...

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate