30 gennaio 2013

Cinque - Ursula Poznanski

Cinque di Ursula Poznanski è il nuovo thriller edito da Corbaccio, che ha in uno dei suoi temi il geocaching.
Che significato ha questa parola? Il geocaching è una sorta di hobby di nicchia, che ha il suo antenato più prossimo nella caccia al tesoro. Una persona (detto owner) nasconde un oggetto che viene cercato da altre. L’oggetto viene nascosto in alcuni contenitori detti cache, al cui interno c'è anche un logbook, ovvero un blocco di appunti in cui il giocatore lascia un segno del suo passaggio attraverso dei commenti.
Ritrovare questi cache non è cosa semplice, in quanto vengono nascosti in luoghi disparati, ricercabili attraverso vere e proprie coordinate geografiche. Se volete intraprendere questo hobby, non vi resta che approfondire la questione su geocaching.com.
Se invece, come presumo, siete su questa pagina per un consiglio letterario, Cinque di Ursula Poznanski potrebbe essere il vostro prossimo romanzo.

Voto 7. Il termine geocaching è sicuramente un termine nuovo, poco conosciuto ai più. Nella stessa condizione del lettore saranno anche i protagonisti del romanzo: i due agenti Beatrice Kaspary e Florin Wenninger. Tutto ciò, ovviamente, renderà massima l’immedesimazione del lettore con i personaggi principali.
Vi chiederete: Perché due agenti? Essendo un thriller il geocaching in cui saranno coinvolti Beatrice e Florin, sarà abbastanza tetro e macabro, i cui cache molto spesso corrisponderanno a parti anatomiche umane.
Il caso comincia in maniera consueta: una giovane donna trovata morta in una zona di pascolo. Le prime stranezze si avvertono allorché si osserva meglio il cadavere, i cui piedi presentano uno strano tatuaggio: il numero N47° 46.605 E013° 21.718.
Grazie all’aiuto del collega Stefan (conoscitore del geocaching), i due poliziotti cominciano a capire che l’omicidio ha un collegamento con il geocaching.
Inserendo le coordinate segnate sui piedi del corpo esanime in un GPS, Beatrice e Florin troveranno il loro primo cache. Come detto, purtroppo per loro, la caccia non sarà allegra, ma funesta, ritrovandosi a soppesare una mano umana, ad esempio.

Cinque continuerà su questa falsariga, ovvero una caccia al tesoro raccapricciante, in cui ogni tappa avvicinerà i protagonisti al tremendo piano dell’owner. Enigmi misteriosi, bigliettini indecifrabili, resti umani, renderanno questa caccia ostica e di difficile risoluzione.
I protagonisti e lo stesso lettore brancoleranno a lungo nel buio, ritrovandosi di fronte a cadaveri sezionati e poco collegabili tra di essi. Saremo come dei burattini alla mercè del killer che ci condurrà verso la direzione da lui stabilita e prediletta.
Uno dei misteri maggiori sarà quello del presunto collegamento delle diverse vittime. Si conoscevano? Vittime prese a caso? Un piano folle di un killer ancor più folle?
Nonostante i diversi biglietti con segnalazioni decriptate, l’indagine resterà ferma a lungo sul primo corpo, quello di Nora Papenberg. Conosceva gli altri soggetti uccisi? Giocava a geocaching? E’ coinvolta in prima persona negli omicidi?

Ad essere coinvolta totalmente nel caso sarà soprattutto Beatrice, poliziotta e madre di due bambini. La sua vita famigliare non è delle più idilliache: rapporti tesi con Achim il suo ormai ex marito, e pochissimo tempo da dedicare ai suoi figli. Il suo presente sembra essere poi turbato da uno spiacevole episodio del passato, che come un’ombra incombe nei suoi momenti di solitudine.
Avrà la forza di risolvere il caso? Riuscirà a mettere insieme tutti i messaggi dell’owner?

Questa è in sintesi la base di Cinque della Poznanski, un thriller enigmatico e adrenalico che vi farà immergere in una caccia al tesoro difficilissima ma avvolgente. Vi ritroverete a risolvere indovinelli complicati, a rimettere insieme resti umani per comporre corpi scomposti; a localizzare e ispezionare luoghi ardui per poter così giungere ad un finale chiarificatore, che metterà in ordine tutti i pezzi del puzzle.
Siete pronti per la caccia?
Thanks for the hunt. JAFT.


TRAMA ORIGINALE: Una donna giace morta su un prato nei dintorni di Salisburgo. Precipitata da un dirupo, le mani legate, vestita ma senza scarpe. Sulle piante dei piedi ci sono dei numeri tatuati. Sono coordinate geografiche, che rimandano a un luogo dove è nascosto un macabro reperto: una scatola contenente una mano mozzata, avvolta nella pellicola trasparente, e un foglietto con nuove coordinate e un indovinello la cui soluzione porta all'identificazione di una persona. Ma quando finalmente i due investigatori della polizia salisburghese, Beatrice Kasparay e Florin Wenninger, riescono a identificare la persona misteriosa, questa scompare... E la catena di omicidi non sembra destinata a interrompersi. In una perversa caccia al tesoro tramite GPS, un feroce assassino sta portando i due poliziotti salisburghesi da un indizio a un altro. Gli omicidi si susseguono senza nessun apparente legame tra loro, e i due poliziotti cercano disperatamente di scoprire le carte dell'assassino prima che attraverso i suoi indovinelli completi il suo terribile puzzle di morte...

AUTORE: Ursula Poznanski
EDITORE: Corbaccio (collana Top Thriller)
NAZIONE: Austria
ANNO: 2013
PAGINE: 406

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate