25 gennaio 2013

Argo. Tra fiction e realtà.

Voto 7,5. Fresco vincitore del Golden Globe 2013 come miglior film e miglior regia, Argo di Ben Affleck è un film ispirato ad una storia vera, che racconta come la finzione/cinema possa salvare delle vite da una morte reale.
Questo gioco di parole, serve a sintetizzare la trama del nuovo film di Ben Affleck: Argo. Il film ambientato nel 1979, racconta l'aspro conflitto, tuttora esistente, tra i paesi arabi e l'America. In particolare affronta la spinosa questione dei rivoluzionari islamici che il 4 novembre del 1979 a Teheran, irruppero nell'ambasciata americana, catturando moltissimi ostaggi. Sei dipendenti di quell'ufficio riuscirono a fuggire e a rifugiarsi nell'ambasciata canadese. Purtroppo per loro lo scampato pericolo, si trasformò quasi in una trappola senza via d'uscita. 
Voi come avreste salvato questi ostaggi? Come li avreste riportarti in Usa vivi?

Possibili spoiler
L'ipotesi più plausibile e ovvia sarebbe quella di un'irruzione armata, di uno scambio di ostaggi, etc.
Le cose questa volta non andarono così, ed i vertici alti si affidarono ad una scelta originale e inconsueta.
La migliore cattiva idea, come si dice nel film, nasce dalla mente dell'agente CIA: Tony Mendez, interpretato appunto da Ben Affleck.
In cosa consiste questa trovata? Semplice, far finta che i sei ostaggi, siano in realtà sei membri di una troupe cinematografica. Per affidare le varie parti ci vuole però un'abile produttore, compito che viene assolto appunto da Mendez, già sceneggiatore del piano. 
Titolo della pellicola fittizia da girare: Argo, naturalmente. Un film di fantascienza che rende la realtà quasi un sogno inimmaginabile.
La cosa essenziale per qualsiasi film che si rispetti è la recitazione. Quest'ultima deve essere quanto più verosimile possibile, altrimenti si rischia di incorrere in critiche del pubblico, disposto anche ad ammazzare per prove scarse. Se riconoscono l'attore anzichè il personaggio si è fregati, la maschera cade e crolla anche il resto del film. Produttori, sceneggiatori, registi, attori finiscono tutti sul rogo dei detrattori.

Il doppio filone: finzione/realtà è sicuramente una delle chiavi di Argo. Un film che fa cinema, parlando di cinema, inserito però in un contesto reale. Se sai fingere, se sei credibile agli occhi della gente allora meriti l'Oscar della vita, della salvezza. Puoi tornare in patria e ricevere le migliori onorificenze e premi per il tuo egregio compito.
Premi che ad Argo sono stati riconosciuti sicuramente per questa sua forza e abilità narrativa, ma anche per il patriottismo americano. Per una volta non sono le armi militari il punto di forza dell'Usa, ma l'intelligenza e l'astuzia.

Un altro punto di forza di Argo è il trasformismo della pellicola, che rende questo film sicuramente di difficile categorizzazione. I migliori siti di cinema lo etichettano come commedia, drammatico, thriller. Sicuramente il film di Affleck possiede tutte queste caratteristiche e le distribuisce in maniera egregia nel corso del tempo.
Si comincia con un documentario quasi, con immagini in bianco e nero di guerriglia. Succede una fase drammatica data dall'assalto dei rivoluzionari. La parte centrale è più commedia e metacinema, con appunto l'allestimento del cast per salvare gli ostaggi. Si finisce con pathos e suspense caratteristiche proprie del genere thriller. Riusciranno i sette americani a salvarsi dal terribile nemico iracheno??

USCITA CINEMA: 
GENERE: Commedia, Drammatico, Thriller
REGIA: Ben Affleck
SCENEGGIATURA: Chris Terrio
ATTORI: Ben AffleckJohn GoodmanAlan ArkinBryan CranstonKyle ChandlerRory CochraneKerry Bishe,Christopher DenhamTate DonovanClea DuVallVictor GarberZeljko IvanekRichard KindScoot McNairy

8 commenti:

  1. Bellissimo, l'ennesima grande prova registica di Ben Affleck... che tuttavia, come attore, continua a non piacermi granché!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ammetto che anche a me prima non entusiasmava come attore Ben Affleck, in questo film invece mi ha convinto:)

      Elimina
  2. anche a me è piaciuto molto! più di Lincoln per esempio...e sono d'accordo anche sul fatto che stavolta Affleck sia stato convincente davanti alla cinepresa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si pensavo facesse più il classico fico, mentre ha fatto fuoriuscire il suo lato intelligente e intellettuale, che ben si associa con la trama di Argo.

      Elimina
  3. La rivalutazione di Ben! Se già con The town mi aveva incuriosito, qui si fa certezza la sua bravura come regista! Tifo per lui per gli Oscar, qualche statuetta deve soffiarla a Lincoln :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è uno dei primi film candidati all'Oscar che vedo, quindi per ora tifo Argo/Affleck:) The Town, nonostante abbia messo anche la locandina come header, non lo trovai un capolavoro, ma un film accettabile...

      Elimina
  4. Ho letto il libro ma devo ancora vedere il film! Una bella storia... incredibilmente vera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il contrario visto il film ma non ho letto il libro. Bella storia e bel cast...

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate