3 dicembre 2012

I custodi della biblioteca - Glenn Cooper

Se il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio, se il futuro dell'umanità è un mistero nascosto tra le pagine di un libro, solo nella Biblioteca dei Morti si può trovare l'ultima verità...

Voto 6. L’ossessione per la morte avvolge da sempre tutti gli esseri umani, che possono rimuoverla solo non pensandoci.
Le predizioni dei Maya che stabiliscono date apocalittiche, non possono che far pensare (più o meno seriamente) ad eventi catastrofici che nel giro di poco tempo potrebbero distruggere l’umanità.
La saga di Glenn Cooper iniziata nel 2009 con La biblioteca dei morti, tratta questo tema, naturalmente attraverso una storia di fantasia ma ben congeniata.
Se ben ricordate lo strano killer denominato Doomsday inviava bizzarre cartoline con all'interno un macabro contenuto: la data di morte del destinatario, che puntualmente in quel giorno moriva.
L'agente speciale Will Piper cominciò ad indagare sulla questione scoprendo non solo un “finto killer” ma soprattutto un’immensa biblioteca storica che veniva custodita da moltissimo tempo nell’Area 51. Diversi scrivani illuminati da non si sa chi o cosa, appuntava su fogli di pergamena (convertiti poi in file) data di nascita e morte di tutte le persone del mondo.
L’ultima data disponibile per tutti era il 9 febbraio 2027.
Cosa sarebbe successo quel giorno? Fine del mondo? Disastro epico? Qualcuno si sarebbe salvato? Oppure, solo un malore collettivo degli scrivani che non permise loro di scrivere oltre quella data?
Tutti questi misteri non vennero risolti nel secondo libro della trilogia Il libro delle anime, che spostava di poco la collocazione temporale, non arrivando al 2027.

La questione potrebbe dunque essere risolta ne I custodi della biblioteca, terzo libro che continua le avventure di Will Piper.
Il libro comincia nel 2026, quindi manca ancora un anno alla presunta fine di tutto, pensiero che accomuna la maggior parte della popolazione del romanzo. Alcuni infatti in preda all’ansia cominciano a compiere gesti estremi, come suicidi.
Naturalmente in questa recensione non potrò rispondere alla domanda: Cosa accadrà nel 2027, ma perlomeno vi potrò aggiornare sulle condizioni dei protagonisti e alcuni aspetti della trama.
Will Piper è ormai un uomo maturo e in pensione, che nonostante tutto piace ancora molto alle donne, forse anche per il fascino della notorietà. Dopo il caso Doomsday e della biblioteca, Will è divenuto un vero personaggio pubblico, ispiratore di film, oltre che famoso scrittore.
La vita privata non va benissimo però. Sua moglie Nancy continua il lavoro di agente federale e vive distante da Will. 
Con suo figlio Phillip ha un rapporto un po’ complicato, colpa della distanza e dell’eccessivo egocentrismo di Will.
A sconvolgere la vita di Will & C., oltre a un piccolo infarto del primo, ci pensa un presunto nuovo caso Doomsday. Inquietanti cartoline minacciano la tranquillità dei cinesi in America. Ad indagare sul caso sarà appunto Nancy.
Nel frattempo il giovane Phillip viene contattato attraverso la modernissima NetPen, da una giovane ragazza che deve raccontargli qualcosa di molto enigmatico…

Così come fu per il primo romanzo, diverse sono le situazioni temporali. Si va dal futuro 2026 al lontano 1296, in cui siamo nuovamente catapultati nell'abbazia di Vectis. Qui, protagonista è la giovane Clarissa, una delle ragazze utili per procreare la stirpe degli scrivani. Attraverso di essa scopriremo come le scelte del passato influenzino decisamente quelle di un futuro nemmeno ipotizzabile. 

Il nuovo libro di Glenn Cooper è abbastanza simile per struttura e trama al primo: La biblioteca dei morti. Stesso incipit con l'enigma del killer del giorno del giudizio. Svolgimento abbastanza simile. 
I custodi della biblioteca è infatti direttamente collegato a La biblioteca dei morti, perciò è consigliabile la lettura del primo romanzo, nonostante lo scrittore faccia una breve presentazione degli avvenimenti precedenti in apertura di libro. C'è anche qualche riferimento su Il libro delle anime, che tuttavia non presenta numerosi collegamenti con questo nuovo romanzo.
Nel complesso sembra che Cooper non rischi moltissimo, non stravolgendo come in passato le sue trame, davvero originali. Le motivazioni che spingono Phillip sembrano poi, un pò forzate, ma si sa la curiosità degli adolescenti è difficile da tenere a bada.
In sintesi, I custodi della biblioteca è un romanzo che si interroga ancora una volta, sull'ineluttabilità del destino, sul segreto della vita di ciascuno di noi. Le risposte che ci vengono date sono senza dubbio positive ma non risolutive ovviamente, suggerendoci che possiamo sfuggire alla morte solo non pensandoci.


Il tempo della verità è un racconto gratuito
 che anticipa I custodi della biblioteca
TRAMA ORIGINALE: Il destino di ogni uomo è un segreto sepolto nel silenzio... Il silenzio in cui si sono suicidati gli scrivani di Vectis. Dopo aver compilato la sterminata Biblioteca che riporta il giorno di nascita e di morte di ogni uomo vissuto dall'VIII secolo in poi, la loro eredità è una data: il 9 febbraio 2027. Ma la giovane Clarissa non sa nulla di tutto ciò. Il suo unico pensiero è fuggire. Fuggire da quell'abbazia maledetta, per mettere in salvo il dono più prezioso che Dio le abbia mai concesso. Il futuro dell'umanità è un mistero nascosto tra le pagine di un libro... Il libro in cui è indicato il giorno del giudizio. Mentre il mondo s'interroga su cosa accadrà davvero il 9 febbraio 2027, alcune persone ricevono una cartolina sulla quale ci sono il disegno di una bara e una data: il giorno della loro morte. Proprio come all'inizio della straordinaria serie di eventi che avevano portato alla scoperta della Biblioteca dei Morti. C'è soltanto una differenza: tutte le "vittime" sono di origine cinese. È una provocazione? Un avvertimento? L'ultima verità non è mai stata trovata... Will Piper ha trovato la pace: sa che vivrà oltre il 9 febbraio 2027, e ha deciso di lasciarsi alle spalle l'enigma della Biblioteca di Vectis e la sua secolare scia di sangue. Almeno finché suo figlio parte all'improvviso per l'Inghilterra e poi sparisce nel nulla. D'un tratto, per Will, ogni cosa torna a ruotare intorno all'origine della Biblioteca dei Morti. Lì dove tutto è cominciato. E dove tutto finirà.

AUTORE: Glenn Cooper
EDITORE: Nord
NAZIONE: Usa
ANNO: 2012
PAGINE: 391

2 commenti:

  1. Ottima recensione , come sempre daltronde!
    L'ho letto ...intrigante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti:) Libro interessante ma in tono minore rispetto ai precedenti, secondo me...

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate