4 settembre 2012

Follia Profonda - Wulf Dorn

Lo stalking è il nuovo tema su cui punta Wulf Dorn per il suo nuovo romanzo. Un thriller abbastanza standard, che si legge con rapidità ed interesse. Un epilogo poco originale, già visto in altri film e/o libri del genere che forse poteva essere sviluppato diversamente.

Voto 6. Follia profonda è il terzo romanzo in ordine di pubblicazione di Wulf Dorn. Ho letto i precedenti (La Psichiatra e Il Superstite, cliccando sul titolo potete leggere le mie recensioni) e ho molto apprezzato la scrittura scorrevole, fluida e le trame sempre molto interessanti ed affascinanti. La Psichiatra ad esempio è stato un bellissimo romanzo, tanto da entrare nella mia classifica dei migliori libri thriller.
Da pochi giorni è disponibile Follia profonda, terzo romanzo che conclude una sorta di "trilogia", ambientato all'interno della Waldklinik, la clinica psichiatrica in cui agiscono i protagonisti. Pare infatti che altre saranno le situazioni che ci proporrà Wulf Dorn nei seguenti romanzi.
L'autore tedesco è diventato un vero punto di riferimento per molti appassionati lettori del genere thriller. Nella mia precedente anteprima, molti infatti sono stati i visitatori (circa 300) interessati al post. Quindi un pò per marketing, e un pò di più per interesse e curiosità ho letto: Follia profonda di Wulf Dorn.

Dopo tutto questo preambolo posso dunque passare alle mie osservazioni ed alla mia recensione sul romanzo.
Wulf Dorn con questo romanzo conferma la sua abilità nella scrittura, regalando un romanzo scorrevole, fluido, che nonostante le 429 pagine si legge in pochissimi giorni. I capitoli sono brevi e presentano episodi interessanti che spingono il lettore a proseguire tutto d'un fiato il romanzo.
Il maggior limite a mio avviso, che ne fa scaturire un giudizio soltanto sufficiente, è la carenza di originalità.
Follia profonda è un thriller abbastanza standard, molto simile ad altri libri o film già realizzati. Non svelerò nulla circa la parte finale, ma una volta che il lettore arriva all'epilogo sembra di trovarsi di fronte ad un dejavu. Uno in particolare il thriller storico e molto famoso, a cui il romanzo sembra somigliare particolarmente. 
Nel complesso mi è sembrato di ritrovarmi di fronte ad una bella hit musicale del momento, che immediatamente ti fa ricordare un vecchio capolavoro del passato. Come nella musica mi è sembrato che la giustificazione a questa mancanza di originalità, sia data dal fatto che oltre un certo limite è difficile andare proprio per mancanza di ulteriori "note". Nella musica si sa: "quelle sono le note" altro non si può fare; nei libri thriller determinati e specifici sono i trucchi per ingannare il lettore, per il resto può cambiare la situazione e l'ambientazione.

Copertina originale
Follia profonda ha come tema quello dello stalking. Abbastanza superfluo, a mio avviso il sottotitolo della copertina italiana: Un regalo inaspettato. Un'ammiratrice sconosciuta. L'inizio di una storia romantica O uno stalking mortalmente pericoloso?
Trattandosi di un libro thriller, poco probabile infatti che si tratti di regali amorosi ed affettuosi; e dato il titolo è abbastanza chiaro che se di amore si tratterà, sarà un amore folle.
L'elemento sicuramente nuovo, introdotto da Wulf Dorn, è lo stalking al femminile. Nella realtà ma anche nella fantasia, è molto probabile che ad assillare un'altra persona o meglio una donna, sia un uomo. Un uomo che con la sua forza incute terrore e sottomissione alla donna che per salvarsi dovrà rivolgersi alle forze dell'ordine.
Più raro che una donna riesca a spaventare ed assillare un uomo, anche per via della natura di quest'ultimo, più incline alle lusinghe.
Ad essere al centro dell'attenzione di una stalker è Jan Forstner, uno psichiatra diventato famoso per via di un avvenimento precedente, raccontato nel libro Il superstite. Libro scritto da Wulf Dorn, in cui vengono raccontate le vicende di Jan, alla ricerca della verità sulla morte del fratello. Libro scritto in Follia profonda, da Carla, attuale compagna di Jan.
Molte sono le comparse femminili inserite dallo scrittore tedesco in questo romanzo, appunto per mischiare le carte e confondere il lettore, alla ricerca della colpevole.
Follia profonda infatti si baserà sulla ricerca della stalker, che con il passare del tempo diverrà sempre più aggressiva e pericolosa. Furba e veloce come un fantasma, sarà molto difficile risalire alla sua identità.
Come detto il thriller scorre veloce ed in maniera interessante, fino ad un finale abbastanza utilizzato nei film e libri di genere. Molto enigmatico invece l'ultimo capitolo del romanzo, che lascia il lettore con un grosso punto interrogativo. A mio avviso sarebbe stato più opportuno anticipare questo episodio e svilupparlo all'interno del romanzo, piuttosto che rimandarlo ad un altro libro o lasciarlo insoluto.

TRAMA UFFICIALE: Un mazzo di bellissime rose rosse senza biglietto. Un inquietante disegno sotto il tergicristallo dell'auto? Lo psichiatra Jan Forstner è l'oggetto delle attenzioni insistenti di una sconosciuta. All'inizio pensa si tratti semplicemente dei sentimenti innocui di una paziente. Ma quando un amico giornalista, che stava per fargli delle rivelazioni sconvolgenti che lo riguardavano da vicino, viene trovato barbaramente ucciso, Forstner comincia a temere di essere il bersaglio finale di una pazza omicida. Una stalker che non si ferma davanti a nulla pur di ottenere ciò che vuole. E ciò che vuole è lui, Jan, per sempre?


AUTORE: Wulf Dorn
NAZIONE: Germania
ANNO: 2012
PAGINE: 429


4 commenti:

  1. Ottima recensione! Ho appena terminato il nuovo romanzo di William Blatty, Il traghettatore, che uscirà a breve per la fazi, e poi mi dedicherò a quest'ultima fatica di Dorn ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille:)sono curioso di vedere cosa ne pensi tu di questo romanzo, e di leggere la tua recensione...

      Elimina
  2. Ciao,

    vorrei una delucidazione sull' epilogo di Follia Profonda.
    Onde evitare spoiler, potresti contattarmi su mr.tesaz@hotmail.com ?

    Grazie.

    RispondiElimina
  3. ERRATA CORRIGE : mr.tesa@hotmail.IT
    Scusa.

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate