1 novembre 2011

Insidious

Voto 6. Pochi giorni fa ho presentato uno dei film horror più attesi, in uscita questo fine settimana: Insidious. L'attesa come raccontato nel precedente post, era dovuta soprattutto al cast tecnico, nome di spicco è infatti quello del regista James Wan, il quale ha diretto il primo Saw. Per maggiori dettagli su trama e aspetti tecnici e commerciali, vi rimando appunto al precedente post su Insidious: Insidious 24/10/11.

Inquadratura con demone, molto simile a Paranormal Activity
Dopo la massiccia pubblicità mediatica (come scritto nel precedente post), ho ceduto al "fascino" di Insidious. In questo post quindi, potrò elencare i motivi per cui vedere o non vedere Insidious.
Vari erano stati gli accostamenti di Insidious a precedenti film. L'atmosfera che si respira per la prima parte del film, sembra essere identica a quella di Paranormal Activity. In produzione, ricordo ancora una volta, c'era appunto il regista del primo Paranormal: Oren Peli.
Ci ritroviamo quindi ancora una volta davanti al grande schermo: scricchioli di porte, porte che sbattono improvvisamente, strani rumori e interferenze acustiche. Ruolo fondamentale in questo inizio film, giocano quindi le musiche di Joseph Bishara, il quale interpreterà anche un demone nel proseguo del film.
A differenza di Paranormal infatti, i rumori e suoni non sono lasciati soli, ma vengono accompagnati via via da delle strane presenze. 
Questo potrebbe essere un altro motivo per non vedere il film. Molto goffamente infatti, vengono realizzate queste presenze malefiche presenti all'interno della casa della allegra famigliuola. Ricordiamo però ,(per citare il film) così come, molto spesso ci ricorda la pubblicità che: "Non è la casa ad essere infestata, ma il bambino".
Ritornando al discorso della rappresentazione delle strane presenze, posso dire che la loro apparizione può incutere terrore, quando appaiono per bravi flash. Ovvero in un fotogramma c'è, nel successivo cambio di camera, no. Ma quando la loro "presenza" si fa più duratura e costante sulla scena, questi famelici mostri perdono la loro forza. Uno di essi è una sorta di "Piero Pelu" con giubbino in pelle e capelli con la coda. Un altro è un Nightmare con unghia lunghe, faccia rossa e senza capelli (interpretato da Joseph Bishara). Forse di queste presenze principali, la migliore ad essere stata realizzata è quella della donna con il velo.

Il film ha comunque un buon ritmo, e una storia godibile. I coniugi non fanno l'errore che in molti altri film horror si fa, ovvero rimanere nella stessa abitazione (quando appunto credevano che fosse la casa ad essere infestata), vedi Amytville Horror; ma cambiano casa alla ricerca della pace e tranquillità. Certo ancora una volta, in un horror, le cose strane succedono in case isolate; quindi per chi abita in condomini c'è da stare tranquilli, a meno che non arrivi una piccola vampira, vedi Blood Story
La parte migliore è sicuramente l'epilogo con un buon colpo di scena finale, comunque abbastanza prevedibile. 
Il risultato è abbastanza lontano perciò da Saw dello stesso regista, molto più vicino a Paranormal Activity, del quale almeno si abbandonano le finte-telecamere fisse.
Tirando le somme; andare o non andare a vedere Insidious? Andare si, ma senza grandissime aspettative...


ORIGINALITA': *
 
RITMO: **
REALISMO: 

NOIA: 
SPETTACOLARITA': **
UMORISMO: 
STORIA: ***
PERSONAGGI: **


USCITA CINEMA: 28/10/2011
REGIA: James Wan
SCENEGGIATURA: Leigh Whannell
ATTORI: Patrick WilsonRose ByrneTy Simpkins

5 commenti:

  1. io l'ho visto, e sinceramente non mi è dispiaciuto, anzi l'ho trovato intrigante :)

    RispondiElimina
  2. Dalle mie parti non è uscito e, a sti punti, non uscirà.
    Conto in un recupero perché mi ispira parecchio... e anche per capire se è degno di una visione o meno!!

    RispondiElimina
  3. @arwenlynch. Benvenuta sul blog, anche io non l'ho trovato male, con un buon finale. Un pò goffe le presenze, vedi il demone simile a Nightmare, secondo me.

    @Bollamanacco. I cinema in generale hanno smentito quello che avevo detto sulla grande pubblicizzazione e distribuzione del film. Io in un multisala (8 sale) l'ho visto in una sala di 30-40 posti, a te non è proprio arrivato. Ma si sa, i film italiani hanno più sale rispetto agli altri...

    RispondiElimina
  4. Ciao :)
    A me è parso un buon film, un horroraccio old style come non vedevo da tempo.
    A parte un po' di cazzate della sceneggiatura pare funzionare a dovere, però si, il faccia rossa non ancora ho capito se mi piaccia o meno :P
    Mi permetto di linkarti questo:
    http://schardiersducinema.blogspot.com/2011/12/insidious-di-james-wan-2011.html, ovvero...
    ma sono solo io che ho visto la cazzata della stufa?!

    RispondiElimina
  5. @scharediersducinema. Tutto sommato un buon film, forse i mostri non fanno tanta paura...

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate