29 aprile 2011

Stone

Voto 5. Possono Robert De Niro, Edward Norton e Milla Jovovich, rendere un film mediocre, un ottimo film? Come dire possono Roberto Baggio, Ronaldo e Vieri, fare la differenza a questa età in una grande squadra?
Il paragone con il calcio è d'obbligo, in quanto non sempre tre campioni (o ormai ex-campioni) messi insieme fanno la differenza o ancora meno riescono a fare risultato.
Più o meno è questo che accade nel film Stone di John Curran. Sono stati ingaggiati tre attori ormai in discesa (Robert De Niro, ovviamente per motivi anagrafici), cercando di attirare l'attenzione dello spettatore su questi, realizzando però un film con davvero poche pretese.
Il film gira come gli attori, ovvero in maniera molto molto lenta. Il ritmo blando e poi accompagnato da una musica intrigante ma un pò soporifera.
Il film si basa su molte parole e pochi fatti. In particolar modo per buona parte del film si parla di fede e peccati.
Stone presenta dei temi interessanti che potevano essere sviluppati in maniera migliore, con qualche punto di svolta fondamentale all'interno della storia.
Invece per tutto il film si resta fermi al ritmo iniziale, senza eccessivi cambi di rotta, con un epilogo abbastanza insignificante.
Come detto però, Stone ha delle freccie al proprio arco non scagliate o che potevano essere scagliate meglio.
Il tema della fede è interessante. Jack Mabrey (Robert De Niro)che, ascolta continuamente alla radio prediche di Chiesa, ha nonostante i suoi abiti puliti, una coscienza profondamente macchiata. Nessuna predica sembra portarlo sulla retta via, nonostante i suoi continui pellegrinaggi in Chiesa.
Chi invece riesce a pulire i suoi abiti sporchi (simbolico il cambio di capelli da delle trecce ad una pettinatura normale) sembra essere invece Stone.
Stone e Jack non avranno mai un punto di contatto, quando l'uno sarà disposto ad ascoltare, l'altro non sarà disposto a parlare e viceversa.
Unico punto in comune tra i due è Lucetta (Milla Jovovich), nei panni di una stranulata donna, moglie di Stone. Estremamente tentatrice e traditrice, costringerà Jack ad innamorarsi di lei.

PROTAGONISTA E TRAMA: Nonostante il titolo del film sia Stone, personaggio principale del film sembra essere Jack, psicologo di un carcere a cui spetta la valutazione se un detenuto può essere riabilitato o meno.
Il caso più controverso che gli si presenta è quello di Stone, un detenuto reo di aver contribuito alla morte dei suoi nonni per via di una rapina e per averli bruciati.
Stone insieme a sua moglie Lucetta cercherà di corrompere Jack per ritornare libero. Stone cercherà di "combattere" Jack, con la sua stessa arma, quella dell'arguzia psicologica...

REGIA: John Curran
SCENEGGIATURA: Angus MacLachlan
ATTORI: Edward Norton, Milla Jovovich, Robert De Niro

2 commenti:

  1. GRAZIE! Salvato in extremis... stasera lo volevo comprare su primafila... ;)

    RispondiElimina
  2. Il cinema come ben sai è una cosa soggettiva come tutta l'arte quindi non so se Stone potrebbe piacerti...la cosa oggettiva di questo film è quella di essere abbastanza lento;)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate