16 febbraio 2011

La vita è una cosa meravigliosa

Voto 4. La vita è una cosa meravigliosa è il titolo, ma anche la frase conclusiva detta da Salemme nel film dei fratelli Vanzina. Se Salemme non avesse partecipato al film e l'avesse visto semplicemente come noi spettatori, avrebbe detto: questo film è una cosa pietosa. 
Film scontato, solite trame all'italiana, solite situazioni equivoche, il film non ci insegna nulla di nuovo. Si tratta di un film che oltre a non portare nessun nuovo messaggio, non riesce neanche nell'intento minimo di far ridere. Una commedia con davvero pochissimo senso, non ci si spiega il perchè sia stato fatto. In un intervista su Coming Soon però Carlo Vanzina sottolinea come La vita è una cosa meravigliosa, secondo lui sia uno dei migliori film che abbia mai fatto.
Il pubblico italiano, tra l'altro molto amante del genere, non l'ha pensata proprio così, soltanto 4.692.000 euro incassati in totale.

I temi trattati in maniera piuttosto sbrigativa, sono i soliti: Italiani arrivisti, lavoro che si trova per raccomandazione, esami universitari che si passano per raccomandazione, rischio e paura delle intercettazioni telefoniche, scambi di favori, etc.
Molto brutta anche la prova troppo strillata del giovane Emanuele Bosi che interpreta Enzo Rossetti, giovane operaio innamorato della ragazza figlia di papà. 

Trama. Il nuovo film dei fratelli Vanzina racconta la vita di alcuni personaggi e le loro aspirazioni alla felicità: Cesare è un poliziotto che si occupa di "intercettazioni". Con le cuffie in testa, spia le vite degli altri. Per esempio quella di Antonio, presidente di un importante gruppo bancario, al quale i politici chiedono con insistenza fondi neri per finanziare i loro impicci. Tra i personaggi in vista che Antonio foraggia c'è il proprietario di una clinica dove lavora Claudio, un chirurgo sposato con Elena, il quale finirà anche lui indirettamente travolto dall'indagine. E rovinati dall'inchiesta saranno anche Vanessa, la figlia di Antonio, insieme a Marco, un giovane elettricista. Così come Laura, una massaggiatrice che si innamora di Cesare senza sapere che fa il poliziotto. (Fonte: Coming soon)

USCITA CINEMA: 02/04/2010
REGIA: Carlo Vanzina
SCENEGGIATURA: Enrico Vanzina, Carlo Vanzina
ATTORI: Gigi Proietti, Nancy Brilli, Vincenzo Salemme, Enrico Brignano, Luisa Ranieri, Anis Gharbi, Emanuele Bosi, Virginie Marsan, Orsetta De Rossi, Sebastiano Lo Monaco, Yuliya Mayarchuck

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate