20 gennaio 2011

Può o non può il Presidente del Consiglio svolgere la sua attività sessuale?


Questo il dibattito posto oggi pomeriggio nella trasmissione La Vita in Diretta, nello spazio condotto da Sposini. Vittorio Sgarbi convinto sostenitore della causa del Premier, ha difeso quest’ultimo, ribadendo che la vita privata di ognuno deve rimanere tale.
Aggiungendo forse scherzosamente che egli non fa sesso da tre giorni per paura di essere spiato, Sgarbi ha spiegato che la campagna fatta contro Berlusconi, non è giusta, in quanto anch’egli potrebbe rilevare con chi va a letto Fassino o qualunque altro politico.
Alle affermazioni di un’altra ospite, alla quale non piace essere governata da un uomo come Berlusconi che fa feste, festini nella sua vita privata; Sgarbi ha risposto che anche a lui non piacerebbe essere governato da Nichi Vendola ad esempio.
Il dibattito sulla correttezza o meno di sbandierare la vita di questo o quell’altro politico, ormai è vivo da molti anni. Si ricordi ad esempio le foto che ritraevano Sircana con un transessuale, allorché era braccio destro di Prodi al Governo.
Questi gossip si sono ultimamente impennati con Berlusconi al Governo. Da Ruby alla D’Addario. Essendo un uomo libero, ormai divorziato con una bella somma da pagare per gli alimenti, e essendo arrivando alla settantina, noi ci sentiamo di dire che nella sua vita privata chiunque può fare quello che vuole rispettando la legge. Se il Premier ormai single, si vuole godere la vita con ragazza più giovani consenzienti non c’è nulla di male. Una volta che ci saranno le elezioni ognuno poi sarà libero di barrare la crocetta dove gli pare, tanto la vita dei comuni mortali difficilmente subirà delle drastiche svolte, che sia l’uno o l’altro al Governo…

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate