28 dicembre 2010

La bellezza della morte

Dopo aver recensito film di ultima uscita, per lo meno in dvd, cominciamo un'opera di riempimento dell'archivio, con recensioni di film più vecchi. Naturalmente film da vedere o rivedere. Uno su tutti, anche se un pò lungo dal punto di vista della durata è Vi presento Joe Black film del 1998. La trama è semplice  illiam Parrish è un miliardario che sente voci inspiegabili che in realtà provengono da Joe Black, Angelo della Morte venuto a prendere William.
Proprio quest'ultimo è un'aspetto che ci ha molto affascinato del film: ovvero la rappresentazione materiale della morte. Come è la morte? Come ci si presenta a noi? Queste sono domande a cui tutti vorremmo una risposta. Un'interpretazione a queste domande ce la dà Martin Brest, che ci rappresenta la cosa cui tutti vorremmo incontrare il più tardi possibile, come un'essere di assoluta bellezza ed eleganza. A Brad Pitt affida questo difficoltoso, quanto superinteressante incarico. Pitt, oltre al suo fascino, trasmette al personaggio simbolico della Morte: bellezza, eleganza, sicurezza, suberbia, ma anche timidezza, romanticismo, compassione e pietà. La morte chiamata Joe Black (il nero forse è una delle uniche cose che spontaneamente attribuiamo alla morte), la cosa più orribile e cattiva, che trascina via e spezza senza distinzioni vite umane; anche nel film la morte prende in prestito il corpo di Brad Pitt ragazzo per poter adempiere alle sue funzioni; in questo film riesce a provare il sentimento più nobile e più prezioso che una persona possa incontrare nella sua vita: l'amore. Amore per la figlia della sua vittima, amore mai conosciuto da un personaggio ritenuto da tutti e da sempre come l'essere più malefico nella vita. Il personaggio evolve sempre più in maniera positiva nel corso del film sino a diventare complice, aiutante, nonchè braccio destro della sua vittima: Anthony Hopkins. Se davvero la morte è così buona, dato che nel finale restituisce, addirittura, il corpo e la vita al giovane Brad Pitt, dal quale l'aveva presa in prestito; forse allora non dovremmo aver così paura di essa.
Il film è drammatico, tendente al romantico; l'unica pecca sono alcuni tratti un pò noiosi dovuti alla lunghezza della pellicola, ma il voto in generale è 7,5. Da rivedere 

2 commenti:

  1. Ho visto Vi presento joe Black, e mi ha colpito, è vero, forse la pellicola è un po lunga, ma sicuramente fa parte della mia lista dei film da consigliare

    RispondiElimina
  2. Sicuramente Vi presento Joe Black è un film da vedere, uno dei film "romantici" che più mi ha colpito:)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate