20 luglio 2017

News: La donna nella pioggia di Marina Visentin

«Perdere il tempo è un delitto. Il tempo di Stella, tra un passato ignoto e un futuro che fa paura, è il centro della bellissima storia di Marina Visentin, un'autrice da scoprire.» MAURIZIO DE GIOVANNI 

CHI SEI, QUANDO I RICORDI SU CUI HAI COSTRUITO LA TUA IDENTITÀ SONO UNA MENZOGNA? 

«Per tanto tempo ho pensato al mio angolo di mondo come al più confortevole dei nidi, un luogo sicuro, dove essere felici, sentirsi al riparo. Pensavo di conoscere il posto di ogni cosa, il nome di ogni strada, la mappa della mia vita. Invece

Stella Romano non saprebbe dire quando le ore che compongono le sue giornate abbiano iniziato a scomparire. In una quotidianità senza imprevisti, scandita dalle attività ripetitive e confortanti delle figlie, dai viaggi di lavoro del marito, dai piccoli gesti di una vita agiata in cui continua a sentirsi un’estranea, a Stella mancano dei momenti; ore intere di cui non ha alcun ricordo, in cui compie azioni che poi si smarriscono nelle profondità della mente, in cui diventa un’altra persona, assalita da violenti e improvvisi attacchi di panico. Un giorno, anche il vaso di sua madre – unico legame con la donna scomparsa quando lei aveva tre anni – va in mille pezzi: qualcosa non va e Stella non può più fingere indifferenza di fronte a ciò che sta accadendo. Deve andare fino in fondo, riaprendo pagine dolorose della sua vita e abbandonando la sua famiglia e le sue certezze fino ad arrivare a Buenos Aires. Scavando in un passato quasi privo di testimoni – la madre è morta in un incidente e il padre si è tolto la vita in manicomio – Stella si rende conto di aver vissuto sepolta nelle bugie di chi avrebbe dovuto amarla e di aver costruito la sua identità su un’infanzia fasulla. Anche il marito sembra stare dalla parte di chi non vuole che lei arrivi alla verità, a una vita nuova, lontana dai dolori e dai drammi del passato. Stella si renderà conto a sue spese di quanto può essere difficile scavare nel proprio passato in cerca di risposte e soprattutto di quanto può essere pericoloso trovarle.

MARINA VISENTIN è nata a Novara, ma da quasi trent’anni vive e lavora a Milano. Giornalista, traduttrice, consulente editoriale, una laurea in filosofia e un lontano passato da copywriter in un’agenzia pubblicitaria. Ha collaborato con varie testate nazionali, scrivendo prevalentemente di cinema; attualmente si interessa di scrittura autobiografica e organizza laboratori a Milano e dintorni. Ha pubblicato testi di critica e storia del cinema con De Agostini (Asian Terror, The Science Fiction Universe) e manuali divulgativi di filosofia con Vallardi (Finalmente ho capito! La Filosofia e Il lungo viaggio della Filosofia). Dopo la fiaba noir Biancaneve (Todaro Editore, 2010), La donna nella pioggia è il suo primo thriller psicologico. 

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate