8 marzo 2017

News: L'ultimo appello di Ken Oder

L’ultimo appello, il romanzo d’esordio dell’autore americano Ken Oder diventato in breve tempo un bestseller negli Stati Uniti, è finalmente disponibile per tutti i lettori italiani. Ambientato nella Virginia degli anni ’60, questo legal thriller è, al tempo stesso, uno spaccato storico dell’America di quel periodo e un lucido viaggio all’interno del sistema giudiziario e dei suoi punti deboli. L’autore ha delineato un protagonista indimenticabile, l’avvocato Nate Abbitt, un antieroe che si troverà a lottare per la giustizia e per il suo riscatto personale, affrontando tutte le difficoltà di un ambiente corrotto che lui stesso, in passato, ha contribuito a rendere tale. Quando Abbitt si renderà conto degli errori commessi e di ciò che ha perduto, inizierà un affascinante viaggio di redenzione che accompagnerà il lettore fino all’ultima pagina.

Nel 2014, la versione originale de L’ultimo appello è stata finalista negli Stati Uniti al "Premio Libro dell'anno Indiefab" della Foreward Reviews. L’ultimo appello è disponibile sia in formato ebook su Kobo e iTunes che in versione cartacea su Amazon

SINOSSI DE “L’ULTIMO APPELLO” 
Cinque maggio 1968: quando due uomini si incontrano nel penitenziario di Stato della Virginia in una stanza per le visite di massima sicurezza, hanno solo una cosa in comune: entrambi vogliono le loro vite indietro. 
Da un lato del divisorio in vetro siede Kenneth Deatherage, condannato a morte per lo stupro e l'omicidio brutale di una giovane donna. La giuria ha concordato con l’arringa conclusiva del procuratore: tutte le prove indicano Deatherage come il killer. Ma Deatherage afferma che le prove sono state costruite ad hoc. Egli sostiene che il giudice e il suo stesso avvocato abbiano truccato il processo contro di lui. 
Dall'altro lato del divisorio siede Nate Abbitt, che era stato un procuratore di successo fino a quando provò a superare con l'alcool la crisi di mezza età che stava attraversando. Tornato finalmente in carreggiata, Nate aveva però ormai perso la sua carriera, il suo matrimonio trentennale e il rispetto di sé. Così si dedicò alla difesa penale, l'unico incarico che avrebbe potuto ottenere. 
Quando il tribunale lo nomina per rappresentare Deatherage in appello, Nate non crede alla storia del complotto dietro la decisione di mandare Deatherage alla sedia elettrica. Ma, nel momento in cui la sua indagine svelerà alcuni indizi di corruzione all'interno del sistema giudiziario della contea, egli stesso si ritroverà accusato di omicidio da parte degli stessi poteri che avevano dichiarato colpevole il suo cliente. Per salvare se stesso, Nate rischierà la propria vita e la vita degli altri, e nel corso del processo scoprirà che lui e Deatherage hanno in comune molto più di quanto egli non voglia ammettere.

Frasi tratte dal libro 
Nate scrutò il volto di Deatherage un’ultima volta. Sembrava che stesse dicendo la verità, ma Nate aveva condannato bravi bugiardi sulla base di molte meno prove in confronto a quelle che incastravano Deatherage. “Vedrò cosa riesco a scoprire.” Appese il telefono e chiuse la valigetta. L’espressione di Deatherage era piena di speranza. Alzò la mano in un silenzioso saluto. Nate ricambiò con un gesto esitante.”

Nate non aveva mai visto George così stanco. “E tu, George? Hai ceduto alla frustrazione per il sistema della giustizia?” Un debole sorriso attraversò il volto di George. “Io no, Nate. Devo ammettere che sono stato tentato. L’onere dell’accusa è troppo grande. I giudici d’appello interpretano la Costituzione ignorando i diritti delle vittime e proteggendo il colpevole dal minimo rischio d’ingiustizia. Sai come si dice: meglio cento uomini colpevoli in libertà che un uomo innocente in prigione.” George fece una smorfia. “Dillo alle vittime dei cento uomini colpevoli. Sono frustrato, ma non ho ceduto. Non oltrepasso i limiti. Non infrango la legge.

Le darò un’altra possibilità” disse Nate. “Andrò di nuovo a Bloxton per indagare sulla sua versione dei fatti. Se mi ha mentito anche questa volta, ho chiuso con lei.” “Grazie per restarmi vicino. Mi dispiace averle mentito. Non succederà mai più. Le ho detto la verità questa volta, tutta la verità.”

Link per l'acquisto de L’ultimo appello: 

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate