3 marzo 2017

BLOGTOUR - L'orecchio di Malco di Pieter Aspe

Con questo ultimo appuntamento si conclude il blogtour di Fazi Editore dedicato a “L’orecchio di Malco” di Pieter Aspe, in libreria dal 23 febbraio. In questa fermata daremo spazio al tema attorno al centro del romanzo.

Una donna in stato confusionale viene trovata nuda in un parco. La signora per fortuna sta bene, ma non ricorda assolutamente nulla di cosa sia successo la sera prima, né ha idea del perché si trovi lì, per di più senza vestiti. È solo il primo di una serie di episodi bizzarri. Incaricati subito di seguire le indagini, nel giro di poco Van In e il suo inseparabile braccio destro Versavel si ritrovano sulle tracce di una setta di fanatici cattolici. Ben introdotti negli ambienti della finanza e della politica, hanno un piano ambizioso: sopprimere le tentazioni sessuali, azzerare le disuguaglianze economiche, eliminare la corruzione nel mondo e instaurare una teocrazia basata sul sacrificio. Costi quel che costi. Quando, molto presto, gli episodi bizzarri si trasformano in una serie di avvenimenti sempre più drammatici e cruenti, comincia un’escalation di terrore e violenza che si propaga da Bruges in tutto il paese con un’ampia eco mediatica. La situazione sembra senza via d’uscita quando la stessa Hannelore, sua moglie, giudice istruttore, viene rapita dai membri della setta. L’equilibrio e le capacità dell’ispettore Van In e dell’amico Versavel questa volta verranno messi davvero a dura prova.
Tra richiami biblici, rituali inquietanti, atmosfere cupe e ricordi dolorosi, il commissario più amato del Belgio ritorna in questa nuova indagine mozzafiato, appassionante e tristemente attuale.

Il terrorismo cattolico

In questa sesta tappa del tour parleremo di terrorismo cattolico, argomento decisamente attuale e attorno al quale ruota il romanzo di Aspe.
Una setta di fanatici religiosi si propone di eliminare il male con ogni mezzo possibile, poco importa se bisogna sacrificare vite innocenti, il fine giustifica i mezzi e attraverso la paura mirano a stabilire un nuovo ordine in cui il potere venga esercitato dai rappresentanti di Dio.
Nel romanzo, i rappresentanti di questi movimenti sono soprattutto uomini di potere, persone influenti, nelle cui mani scorre molto denaro e potere.
Il commissario Van In si trova ad affrontare una situazione di terrore e violenza che si diffonde come un virus in tutto il paese.
La religione diventa il mezzo per stirpare ogni male, attraverso l’uso di violenza ingiustificata sia fisica che psicologia. L’obiettivo dei fanatici religiosi è quello di imporre le loro idee agli altri membri della società, portandoli volenti o nolenti a vedere il mondo dalla loro prospettiva. Questo tipo di visione discrimina direttamente solo coloro che possono essere identificati come peccatori.
I personaggi in questione non si sentono parte integrante della società, tendono a vedere loro stessi come estranei e questo contribuisce a renderli più pericolosi poiché si servono di ogni mezzo pur di eliminare i loro “nemici”, coloro che non la pensano allo stesso modo e non fanno parte della loro élite. Lo scenario descritto dall’autore è dei più attuali, basti pensare a ciò che l’Europa ha vissuto e sta vivendo a causa del terrorismo di matrice religiosa. Il clima di terrore e malessere descritti nel libro sono gli stessi che proviamo oggigiorno, questo aiuta a puntare i riflettori su un problema che non accenna a trovare soluzione.


BLOGTOUR - L'orecchio di Malco: tutte le tappe

20 Febbraio La presentazione ed estratto del romanzo: La bottega del giallo
22 Febbraio Recensione in anteprima: Thriller Nord
24 Febbraio L'autore: Pieter Aspe: In Your Eyes Ezine
27 Febbraio I personaggi: Peccati di penna
1 Marzo L’ambientazione, Bruges: Contorni di noir
3 Marzo Il terrorismo cattolico: 50/50 Thriller.


Sandy Mercado

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate