13 marzo 2017

Autopsy

Voto 6+. I pareri finora son stati molto positivi su Autopsy, film diretto dal norvegese André Ovredal.
Siamo in presenza di un perfetto mix tra legal thriller ed horror esoterico, con i due generi che si dividono la durata del film.
Autopsy ci racconta infatti la storia del medico legale: Tony Tilden (Brian Cox) aiutato e supportato nel lavoro da suo figlio Austin (Emily Hirsch).
I due come di consueto vivisezionano cadaveri per scoprirne segreti da passare poi alla polizia, il tutto per risolvere delitti enigmatici o morti incomprese.
La loro vita subisce un drastico cambiamento allorché giunge sulla loro tavola il cadavere di una donna sconosciuta rinvenuta in una casa luogo di un plurimo omicidio.
La prima parte come si può ben capire è molto dedicata al lavoro dei Tilden, quindi se siete deboli di stomaco meglio non guardare Autopsy. Vi ritroverete infatti spiattellati in faccia tutto il meglio che c'è dentro il nostro corpo.

La seconda parte vira nettamente verso l'horror paranormale, con una svolta interessante che naturalmente non vi posso anticipare.
Tuttavia il film a mio parere non sfrutta appieno le potenzialità che poteva offrire, regalando allo spettatore sicuramente un nuovo filone nel genere horror.
Interessante come un corpo senz'anima possa ancora dire qualcosa, ma a mio parere il film manca soprattutto nella parte finale.
Sicuramente Autopsy regala linfa nuova all'horror e chissà se anche in questo caso non saremo spettatori di sequel, prequel e altro...

  • DATA USCITA
  • GENEREHorror
  • ANNO2016
  • REGIAAndré Øvredal
  • ATTORIEmile HirschBrian CoxOphelia LovibondMichael McElhattonParker Sawyers

1 commento:

  1. A me invece è piaciuto davvero moltissimo, uno dei migliori film visti l'anno scorso. La prima parte è molto più inquietante ed incisiva, concordo, ma anche la seconda ha un suo fascino particolare :)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate