29 ottobre 2016

Progetto Kinetics - Patrick Hemstreet

Progetto Kinetics è il romanzo d'esordio di Patrick Hemstreet, neuroingegnere, imprenditore, inventore, medico di guerra e tante altre cose. Il libro è edito da HarperCollins che inserisce nella sua collana thriller una storia sicuramente differente da molte altre.
Per farvi capire bene di cosa parla vi posto la trama:

Neurologo idealista e appassionato ricercatore, Chuck Brenton è sempre stato affascinato dalle onde gamma, le più rare fra quelle prodotte dal cervello umano, ed è proprio dai suoi studi che scaturisce un’idea rivoluzionaria: se gli impulsi elettrici generati dai neuroni potessero essere imbrigliati per fare qualcosa di più che inviare segnali luminosi o grafici durante un EEG? Se potessero far muovere altri oggetti a distanza, magari tramite un’interfaccia meccanica che colleghi la mente e il mondo esterno? Matt Streegman, matematico e docente del MIT, capisce di poter fornire un contributo risolutivo al progetto e contatta il neuroscienziato per offrirgli il proprio aiuto e proporgli di formare una società. Nasce così la Forward Kinetics, e nel nuovo laboratorio comincia il lavoro di sperimentazione sui soggetti prescelti. I risultati sono strabilianti, ed è subito chiaro che abilità del genere potrebbero trasformare il mondo, sostituire paura e sofferenza con pace e stabilità. Ma un gruppo di individui senza scrupoli è deciso a impadronirsi di quei nuovi superpoteri e a usarli per i propri scopi... tutt'altro che pacifici.

Siamo alle prese con temi in stile Lucy, il film di Besson con Scarlett Johansson come protagonista. Onde zeta, poteri telecinetici, capacità di manovrare oggetti e strumenti di lavoro con la sola forza del pensiero.
Argomenti abbastanza fantascientifici, ma spiegati in maniera davvero tecnica e veritiera in tutto il romanzo. Siamo quasi in presenza di un vero studio di ricerca raccontato in maniera romanzata, anche perché come vi accennavo in apertura lo scrittore Hemstreet è un neuroingegnere.
Sicuramente nel personaggio di Chuck Brenton immette molti dei suoi sogni e delle sue competenze da amante della materia. In primo piano ci sono le potenzialità del nostro cervello, mai ampiamente sfruttate. Una risorsa che permetterebbe di fare cose straordinarie e semplificare notevoli moli di lavoro, o affrontare situazioni estreme non affrontandole, ovvero non essendo sul luogo ma guidando robot con la mente.
Questo in sintesi il progetto messo su da Chuck, coadiuvato poi da Matt Streegman, un matematico più cinico. I due fondano la società Forward Kinetics, in cui compaiono anche diverse cavie, tutte ben informate sul loro compito.
A dire il vero dal punto di vista della terminologia e degli argomenti il romanzo non è così semplicistico. I dettagli tecnici abbondano, così come è elevata la minuziosità nella descrizione della preparazione di tutto il progetto e dei singoli esperimenti compiuti dal team.
Tutto questo potrebbe dunque rallentare il ritmo, nonostante l'autore renda argomenti così complessi alla portata di tutti.
Per lunga parte l'autore però rimane imbrigliato sul mondo della preparazione, dell'organizzazione della società e dei vari esperimenti. Essenziale direi per rendere credibile e completa questa storia, meno stuzzicante se si considera Progetto Kinetics un romanzo thriller.
In tutta la prima parte manca infatti la suspense, il phatos e gli antagonisti che giungeranno a metà storia. Troppo tardi?
No, anche perché progetto Kinetcis è un thriller fantascientifico che deve colpire per la bontà dei temi proposti dallo scrittore, davvero molto all'avanguardia e che se fossero attuabili alla realtà cambierebbero il mondo...

AUTORE: Patrick Hemstreet
EDITORE: HarperCollins
NAZIONE: Usa
ANNO: 2016
PAGINE: 367


Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate