12 settembre 2016

La confraternita delle ossa - Paolo Roversi

La confraternita delle ossa è il nuovo romanzo di Paolo Roversi, pubblicato da Marsilio. Per l'uscita di quest'opera l'autore ha organizzato un'interessante contest: La confraternita delle ossa, un gruppo chiuso su Facebook in cui insieme a dei fortunati lettori si "studiavano strategie" di promozione del romanzo. Una sfida affascinante ed un modo per coinvolgere sin da subito il pubblico nel lancio di un libro.
La confraternita delle ossa ha nuovamente per protagonista Enrico Radeschi, personaggio feticcio di Roversi. Lo scrittore mantovano non parlava di Enrico da circa dieci anni, dopo le gesta in Solo il tempo di morire e Milano Criminale.
Molti di voi avranno già storto il naso a sentir parlare di un personaggio già vivo e raccontato in due precedenti avventure. Tranquilli!! La confraternita delle ossa torna indietro nel tempo, raccontandoci addirittura il primo Radeschi, quindi il romanzo in questione è un prequel leggibile separatamente dagli altri; lo dice uno che purtroppo non ha ancora letto le precedenti opere.
Enrico Radeschi in questa storia è uno di noi, mi verrebbe da dire. Il protagonista infatti mi ha ricordato il mio periodo universitario e potrebbe ricordare quello di ciascuno di voi. Si, perché Enrico è uno sbarbatello in cerca del successo; certo ha 27 anni ed è già laureato ma vive insieme ad uno studente universitario condividendo quella vita lì.
Radeschi vorrebbe diventare un giornalista di Nera, ma la scalata al successo è impervia. Porte chiuse, redazioni superaffollate, possibilità zero.
Un bel giorno Enrico si ritrova su una scena del delitto affianco agli sbirri. Un cadavere giace in Piazza dei Mercanti a Milano e pare abbia disegnato con il sangue uno strano simbolo. Radeschi prende al volo l'informazione e decide di vendersela per conto proprio: apre così il blog Milanonera per mettersi in luce e diventare un giornalista/hacker.
Certamente nel personaggio di Enrico Radeschi, Paolo Roversi immette molte delle sue caratteristiche: Paolo come Enrico è un appassionato di Bukowsky, ha scritto per il Corriere della Sera, ha dato vita al sito Milanonera, ha vissuto e vive a Milano.

Piazza dei Mercanti - Milano
Uno dei luoghi del romanzo
La confraternita delle ossa non è esclusivamente incentrato sul personaggio di Enrico Radeschi. A fare da contraltare alle vicende del protagonista, avremo il vicequestore Sebastiani con toscanello in bocca ed a caccia di nuove donzelle.
Il personaggio di Sebastiani sarà indispensabile perché i casi di cronaca saranno due. Oltre all'uomo morto in piazza, poliziotto e giornalista dovranno scoprire cosa c'è dietro la sparizione di giovani fanciulli dal bel aspetto.
Nonostante la doppia vicenda torbida, La confraternita delle ossa non è un thriller "pauroso" all'americana ma lo definirei un giallo spassoso ed a tratti anche divertente/irriverente. Paolo Roversi ha infatti una scrittura semplice e tagliente, i suoi personaggi sono un po' macchiette della società e mancano dunque i sentimentalismi e le malinconie classiche utilizzate da molti scrittori.
Il romanzo è dunque molto spassoso e davvero utile per introdurci nel mondo di Enrico Radeschi...

TRAMA: Milano, 2002. Molti misteri s’intrecciano sotto la Madonnina. Tutto comincia quando un noto avvocato viene assassinato in pieno giorno nella centralissima piazza dei Mercanti: prima di morire, però, l’uomo traccia uno strano simbolo col proprio sangue... Da qui parte una complicata indagine che porterà Enrico Radeschi, giovane aspirante giornalista nonché hacker alle prime armi, a indagare, insieme allo scorbutico vicequestore Loris Sebastiani, su una misteriosa confraternita che trae ispirazione da san Carlo Borromeo e persegue un disegno spietato per ristabilire l’ordine morale in una società giudicata corrotta. A quello dell’avvocato seguiranno altri omicidi o presunti tali, come l’inquietante schianto di un aereo contro il grattacielo Pirelli. Nel frattempo, una conturbante femme fatale, soprannominata “la Mantide” dagli inquirenti, seduce e uccide giovani ragazzi nei giorni di festa, facendone poi sparire i corpi. Chi è la donna misteriosa? E chi la protegge? Qual è il disegno ultimo di questa confraternita millenaria? Cosa si nasconde nei sotterranei del Duomo di Milano e nella cripta di un’altra famosa chiesa milanese?

AUTORE: Paolo Roversi
EDITORE: Marsilio
NAZIONE: Italia
ANNO: 2016
PAGINE: 394

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate