3 agosto 2016

News: Il buio dentro di Antonio Lanzetta

IL BUIO DENTRO (La Corte Editore): 
Il corpo di una ragazza viene ritrovato appeso ai rami di un albero. Il filo spinato scava nei polsi e nella corteccia di un vecchio salice bianco. Le hanno tagliato la testa e l’hanno lasciata sul terreno solcato da radici, gli occhi vuoti ora fissano quelli di Damiano Valente. Lui è lo Sciacallo, un famoso scrittore specializzato nel ricostruire i casi di cronaca nera nelle pagine dei suoi libri. Nessuno conosce il suo aspetto, e per Damiano questa è una fortuna: il volto deturpato da cicatrici e quella gamba spezzata che si trascina dietro come un fardello non sono trofei che gli piace mettere in mostra. Lo Sciacallo è un cacciatore che insegue nella morte le tracce lasciate dall’assassino della sua amica Claudia. Un omicidio avvenuto nell’estate del 1985, quanto lui era solo un ragazzino con la passione per la corsa e amici in cui credere. Un omicidio che gli ha cambiato la vita.
Trentuno anni dopo, Damiano ritorna ai piedi di quel maledetto salice bianco, per dare una risposta a quella sua ossessione che come una ferita pulsante gli impedisce di andare avanti. Con lui ci sono gli amici di sempre, le cui esistenze si intrecciano inesorabilmente nella dura e cruda scoperta della verità, riportandolo a rivivere le emozioni di una folle estate che ha segnato le loro vite per sempre.

Dalla rete: 
Damiano è lo Sciacallo, un inarrestabile scrittore di storie di inchiesta che si sostiene con le stampelle e la morfina. Nel 1985 invece Damiano era giovane e si allenava per diventare un campione di corsa.
Dal salice bianco penzola il corpo torturato e decapitato di una giovane ragazza bionda. Anche nel 1985 una giovane ragazza bionda è stata trovata appesa allo stesso salice. Era Claudia, l'amica di Damiano e vicina di Flavio e del suo preoccupante nonno, don Mimì.
Damiano si occuperà o non si occuperà di scrivere un libro sul killer del salice? Sarà capace di affrontare il passato?
È thriller? È hard boiled? Sì, entrambi, ma è anche la storia di quattro amici giovani in un paesino sperduto del Cilento. Dove regnano gli elementi della natura - il mare terso, il monte con il vecchio mulino, il vento che porta via i segreti - e dove il bulletto figlio di un camorrista li ha presi di mira.
L'inchiesta del thriller è solo una delle pietanze di questo piatto, fatto di sparatorie, botte, coltellate e investimenti. Ma soprattutto dell'affetto fraterno degli amici che si sostengono a vicenda.

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate