16 maggio 2016

Non ci credere - Paul Cleave

Recensione Non ci credere

Paul Cleve è uno scrittore della Nuova Zelanda, già autore di The Cleaner e Il vendicatore. Per la BookMe ha pubblicato quest'anno: Non ci credere, un thriller psicologico con protagonista Jerry Grey.
Si tratta di un romanzo molto particolare in grado di toccare diversi temi: doppia identità, Alzheimer, mondo della letteratura thriller. Se dovessi sintetizzarlo al massimo, potrei definire Non ci credere un mix tra diversi film: Secret Window, Memento e Still Alice.
Jerry Grey è infatti uno scrittore thriller che pubblica sotto lo pseudonimo di Henry Cutter, detto Il Tagliatore. Questo pseudonimo diventa una figura ingombrante, un'ombra nera in grado di inghiottire la vera personalità di Jerry. Questi elementi possono far ritornare in mente il finale di Secret Window, in cui lo scrittore Mort Rainey doveva fare i conti con se stesso.
Attraverso un diario segreto: Il Diario della Follia, Jerry Grey ci racconterà della sua avventura con l'Alzehimer. Esperienza che l'ha costretto in una casa di riposo e l'ha spogliato del suo passato, rendendolo un essere attivo solo nel presente.
L'escamotage narrativo del Diario, potrebbe ricordare la confidente telecamera di Alice Howland di Still Alice, utile alla protagonista per ricordarsi di sé nei momenti bui del futuro. Stessa cosa fa Jerry che si racconta nel Diario per distinguere il Jerry del Passato (quello sano) da quello del Futuro (spoglio di ricordi).
Il tema Alzehimer rende sicuramente drammatico in alcuni tratti il romanzo. Attraverso il diario leggeremo le innumerevoli disavventure di Jerry, che rischia di annientare anche la vita della sua famiglia composta dalla moglie Sandra e dalla figlia Eva.
La parte in prima persona del Diario si alterna a capitoli del presente raccontati in terza persona, atti a farci capire meglio la storia. In questa dimensione temporale ci verrà raccontata la storia thriller in maniera lineare, anche perché (dimenticavo :D) di mezzo ci sono degli omicidi. Alcune ragazze vengono ammazzate e il maggior imputato pare essere proprio Jerry, plagiato dalla malattia e dal suo alter ego Henry.

Sembrerebbe una storia complessa quella di Non ci credere, invece è un romanzo affascinante e che fa leva su un ottimo protagonista. La storia thriller forse per lungo tempo latita a decollare, ma si sa nel thriller psicologico la soluzione è sempre nella mente del protagonista, vedi anche Non ti addormentare di S. J. Watson.
Come anticipa il titolo italiano, Non ci credere è appunto un romanzo che punta tutto sulla confusione, quella del protagonista e quella della strana struttura narrativa che somiglia ad un gran giro al luna park. Tutto ciò per nascondere il vero killer, tuttavia abbastanza intuibile ad un certo punto del romanzo.
Non ci credere resta comunque un romanzo da leggere e che appassionerà gli amanti del thriller psicologico...

TRAMA: "Lo ricordo come fosse ora" sussurra. "Voglio dire, nessuno dimentica la prima volta che uccide." E invece Jerry ha dimenticato. Se non tutto, di sicuro la parte più importante. Perché Jerry Grey, meglio noto come Henry Cutter, popolarissimo autore di thriller per anni ai vertici delle classifiche, non è più certo di saper distinguere ciò che è reale da ciò che non lo è. In principio erano piccolezze: le chiavi di casa smarrite, una parola d'un tratto impossibile da ricordare. Banali incidenti da archiviare con una scrollata di spalle. Finché anche i dettagli più intimi e preziosi della sua vita hanno cominciato a vacillare. Un vuoto al posto di un viso, di un luogo familiari. Del nome di sua moglie... Per esorcizzare un destino già scritto, Jerry non ha trovato di meglio che affidare la cronaca del suo declino a un ironico e amaro "Diario della follia". Ma adesso che dalla diagnosi di Alzheimer precoce sono passati dei mesi, lui non sa più se "Suzan con la z", la dolce, bellissima Suzan il cui profumo gli pare ancora di sentire nelle narici, è davvero morta per mano sua o per effetto della penna tagliente di Henry "The Cutting Man", geniale creatore di tanti best-seller da brivido. E dopo Suzan tutte le altre. Perché le vittime, su questo punto Jerry e la polizia concordano, sono più d'una. Chiuso tra le immacolate pareti di una casa di cura, senza più il diario a fargli da specchio e da guida, Jerry lotta ogni giorno per ritrovare un pezzetto di verità.

AUTORE: Paul Cleave
EDITORE: BookMe
NAZIONE: Nuova Zelanda
ANNO: 2016
PAGINE: 442

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate