25 gennaio 2016

La moglie perfetta - Roberto Costantini

La moglie perfetta

Voto 7+. La moglie perfetta è il nuovo romanzo di Roberto Costantini, tanto amato dai lettori per la trilogia del male con protagonista Michele Balistreri. La moglie perfetta, edito da Marsilio, ha ancora come personaggio principale il celebre commissario alle prese con un nuovo caso.
Balistreri sarà immediatamente coinvolto nel caso della giovane Donatella, ammazzata dopo una serata in discoteca. A trovare il presunto assassino sarà il padre della ragazza, il quale dopo aver abbeverato la sua sete di vendetta si suicida.
Messo da parte questo caso, Roberto Costantini si dedica ai rapporti di coppia, esplorando una famiglia borghese italiana. Nanni e Bianca Benigni sono una coppia apparentemente perfetta, una famiglia felice completata dal figlio Luca. Sesso una volta alla settimana, comprensione e condivisone di tutti i valori della vita di coppia. 
L'equilibrio amoroso di Nanni e Bianca comincia a scricchiolare nel momento in cui nella loro vita entrano le sorelle Steele: Nicole e Scarlett. Conosciute per caso da Nanni le due sconvolgeranno per sempre questa famiglia. Le Steele avranno una forte influenza su Nanni, psicologo di coppia che cercherà di "salvare" Nicole Steele dal suo matrimonio: suo marito Victor Bonocore è un uomo enigmatico, tomber de femme, violento e amante della bella vita; portarlo sulla retta via è un'impresa piuttosto complessa. Il fallimento di questa operazione è dovuta anche all'improvvisa morte di Victor, assassinato nella sua abitazione.
A finire sotto la lente d'ingrandimento saranno proprio le sorelle Steele.
Su questo punto ci sarebbe da soffermarsi un attimo perché Roberto Costantini "prende spunto" dalla vicende di Amanda Knox. Scarlett Steele è infatti molto simile alla celebre Amanda: stessa spigliatezza, stessa leggerezza nei comportamenti, e direi stessa fine in Italia. Anche lo scricchiolio dei rapporti Italia-Usa somiglia molto a quello che accade a Perugia.
Nell'epilogo del racconto scopriremo però come il romanzo di Costantini sia più elaborato della realtà, coinvolgendo diverse situazioni e tutti i personaggi presentatici fino ad allora.

La moglie perfetta è infatti un romanzo a più voci che in prima persona ci raccontano il loro stato d'animo, le loro sensazioni, le loro pulsioni ed i loro veri sentimenti. L'alternanza è anche temporale: 2001 in cui si svolgono quasi tutte le vicende; 2011 in cui si rielaborano sotto una nuova luce quelle vicende del passato. Questo distacco decennale permette una crescita dei protagonisti che riescono ad affrontare in maniera differente la vita. Michele Balistreri è infatti un personaggio in continua evoluzione, sempre più plasmato dagli anni che passano, diversissimo dunque da quel Mike impulsivo che abbiamo conosciuto nei precedenti capitoli.
La moglie perfetta è comunque un'analisi attenta delle relazioni famigliari uomo-donna, sempre più difficili da tenere in piedi....
Perchè Nietzsche sbagliava: l'unione è al di là del bene e del male, non l'amore....

TRAMA: Nel maggio del 2001, a Roma, due coppie, il professore italoamericano Victor Bonocore e la moglie Nicole Steele, il pubblico ministero Bianca Benigni e il marito Nanni. Due matrimoni come tanti, a volte felici, a volte meno. Tra loro una ventenne pericolosa, Scarlett, sorella di Nicole. Intorno, la terra di mezzo del Sordomuto e del Puncicone, gli appalti pubblici, il gioco d'azzardo, l'usura, e la morte atroce di una ragazza, Donatella. Sembra essere l'ennesimo atto di violenza patito da una donna per mano di un uomo violento, l'assassino viene scoperto e giustizia è fatta. O forse no? Quando viene ucciso Victor Bonocore, Michele Balistreri dirige la terza sezione della squadra Mobile e indaga insieme al pm Bianca Benigni. La miscela è esplosiva, le modalità di conduzione dell'indagine contro le sorelle Steele sono fuori dai confini della legge e l'esito è disastroso. L'arresto di Scarlett e Nicole incrina le relazioni tra Italia e Stati Uniti. Tutto finisce male. Nel 2011 una rivelazione inattesa spinge Balistreri a riaprire quel caso rimasto senza colpevoli. Ma se non è tardi per la giustizia, forse lo è per l'amore e per la vita. O forse no.

AUTORE: Roberto Costantini
EDITORE: Marsilio
NAZIONE: Italia
ANNO: 2016
PAGINE: 447


1 commento:

  1. Entro l'anno, devo assolutamente lggere qualcosa di Costantini. Intanto, ti segnalo un bellissimo e strano noir che ho letto di recent: Wolf. Il racconto pulp che ti spiega la shoah dove lo trovi? Se ti capita... ;)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate