4 dicembre 2015

Regression

Voto 5,5. Regression è il ritorno al genere thriller/horror da parte di Alejandro Amenabar. Il regista spagnolo aveva cominciato la sua carriera infatti con Tesis e si era affinato nel genere con The Others, forse il vero capolavoro di Amenabar.
Purtroppo Regression non è riuscito a portare ai fasti la fama del regista, in quanto si tratta di un thriller prevedibile e con poco mordente.
Si comincia con le solite scritte inquietanti che ci informano come il film sia tratto da eventi realmente accaduti. Siamo in Minnesota è il 1990, un uomo prega in macchina sotto la pioggia. Giunto in commissariato viene arrestato per abusi nei confronti della figlia. Abusi perpetuati sotto forma di riti satanici con tanto di incappucciamento e luci soffuse. Si giunge a questa soluzione grazie ad un ipnosi regressiva, che rende il film simile per alcuni versi a L'ipnotista (romanzo di Lars Kepler, poi divenuto film svedese).
Ma qualcosa non quadra, perciò Il detective Bruce Kenner (Ethan Hawke) decide di investigare sul caso interrogando anche la vittima: Angela (Emma Watson).
Regression si gioca le sue carte facendo leva sul culto del diavolo e la paura collettiva dello stesso. Il demone con le corna ha una tale potenza da togliere il sonno ed indurre numerosi dubbi sulla sanità mentale di ciascuno di noi.
Proprio per queste motivazioni il detective Kenner subisce un "annebbiamento della vista" che non gli consente di valutare attentamente il caso; lo stesso effetto potrebbe accadere allo spettatore.
Io invece confesso di essere arrivato alla soluzione a circa metà del film, o meglio avevo individuato il possibile vero colpevole non intuendone però le motivazioni che lo spingevano a tali gesti.
Buona l'ambientazione, la fotografia e la distribuzione della suspense, rivedibile invece la storia.

  • DATA USCITA
  • GENEREThriller
  • REGIA: Alejandro Amenábar
  • ATTORI: Emma WatsonEthan HawkeDavid ThewlisDevon BostickAaron AshmoreDale Dickey

9 commenti:

  1. Amenabar è magnifico, ma questo mi puzzava di delusione.
    Lo vedrò, ma senza fretta. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una visione la si può dare ma niente di che...

      Elimina
  2. Amenabar non mi ha mai convinto, mi pare che continui nel suo percorso da bottigliate. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesis non è stato un gran capolavoro, The others si. Gli altri non li ho visti, regression merita bottigliate ;)

      Elimina
  3. Sì, ma Emma Watson nel film com'è?
    Nuda? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è un nudo posteriore ma quello anteriore fa paura, una volta visto capirai :D

      Elimina
  4. Ho letto solo l'inizio e il voto, purtroppo un po' me l'aspettavo, come Mr. Ink lo vedrò, ma con calma...

    RispondiElimina
  5. Ho letto solo l'inizio e il voto, purtroppo un po' me l'aspettavo, come Mr. Ink lo vedrò, ma con calma...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si fai con calma non è un film imperdibile

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate