25 novembre 2015

Per sempre - Piergiorgio Pulixi

Recensione Per sempre

 Il titolo Per sempre è da "sempre" stato adatto per canzoni d'amore strappalacrime, promesse d'amore o quant'altro. Basti pensare a Per sempre di Nina Zilli (in questo caso la speranza di un ritorno amoroso), Una volta tanto dei Negramaro nel cui ritornello si sperava in un amore eterno o il testo più disilluso degli Afterhours in cui niente era per sempre; Ligabue ricordava la sua famiglia ed il suo passato per sempre.
Se l'amore può essere un sentimento che dura "forever", anche l'odio può avere una durata infinita/illimitata nel tempo.
Nel suo nuovo romanzo Piergiorgio Pulixi fa confluire questi due sentimenti nell'animo di Biagio Mazzeo, suo personaggio feticcio già conosciuto in Una brutta storia e La notte delle pantere.
Per sempre ancora più de La notte delle pantere è il sequel perfetto di Una brutta storia, in quanto lo scrittore sardo riesce ad evocare situazioni e vicende "simili" a quelle del primo romanzo.
Si ritorna dunque ad una guerra epica in cui tutto è concesso ed in cui non si risparmiano vittime innocenti per brama di potere o sete di vendetta.
Al centro di tutto come detto c'è Biagio Mazzeo che in questo caso dovrà difendere chi lo ama e sconfiggere chi lo odia.
La contrapposizione tra queste due fazioni pro e contro Biagio però non è così evidente come potrebbe apparire, e chi conosce Piergiorgio Pulixi sa che diverse sorprese e colpi di scena ci attenderanno nel corso della storia. Le certezze per Biagio Mazzeo corrispondono al nome di Nicky, "figlia adottiva" del commissario corrotto disposto a tutto pur di proteggerla e darle una vita degna.
Un nemico giurato è sicuramente Vatslava, compagna del defunto Sergej Ivankov, regalata da Biagio a papponi albanesi.
Prima che i due possano re-incontrarsi dovranno affrontare un lungo cammino ricco di insidie per entrambi.
In Per sempre Pulixi ritorna a raccontare l'orrore e la violenza, l'amore negato, l'amore privato e l'ingiustizia che regna da sempre sovrana.
Alla fine della fiera a vincere per sempre in questa storia non sarà l'amore ma l'odio; io ve l'avevo accennato che il "testo" di Pulixi era meno sdolcinato dei cantanti sopra nominati...

TRAMA: La paura è più forte dell'amore e l'ispettore Mazzeo l'ha vissuto sulla sua pelle. Per la prima volta il poliziotto è tentato di lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare da zero con Nicky, la ragazzina che gli è stata affidata. I suoi nemici non sono dello stesso parere e lottare per la sopravvivenza sarà di nuovo l'unica opzione possibile. Mazzeo, combattuto tra il desiderio di essere un capo freddo e temuto come Ivankov, il mafioso ceceno da cui è ossessionato, e l'amore fraterno per i suoi uomini dovrà decidere una volta per tutte chi essere e da che parte stare, e scegliere tra l'amore per la sua "famiglia" e il potere. In un finale che cambierà per sempre il suo destino, Mazzeo scoprirà che la vendetta non è un'arte ma una scienza.

AUTORE: Piergiorgio Pulixi
EDITORE: Edizioni E/O
NAZIONE: Italia
ANNO: 2015
PAGINE: 285

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate