31 ottobre 2015

L’app italiana eMooks tra i big dell’hi-tech del Dublin Web Summit.

Investitori, multinazionali dell’hi-tech, guru dell'innovazione, startupper e imprenditori si sono dati appuntamento in Irlanda, alla più importante conferenza tecnologica mondiale per scambiarsi idee, proporre progetti e per parlare del mondo di Internet. 
Il Dublin Web Summit 2015 si terrà dal 3 al 5 Novembre alla RDS Main Hall, Ballsbridge, Dublino. 

Era il 2010 e quattrocento persone si riunivano al primo Dublin Web Summit. Quattro anni dopo i partecipanti sono ventiduemila, provenienti da cento Paesi e consacrano il successo di quella che è stata definita da Forbes come la migliore conferenza del pianeta sulla tecnologia e da CNN come l’evento più caldo nel settore tecnologico. 
600 speaker e 700 investitori (uno ogni 3 startup) davanti a un pubblico di oltre 20mila persone venuto ad ascoltare alcuni dei guru mondiali dell'innovazione, da Tony Fadell, l'ingegnere che ha progettato l'iPod e più di recente i termostati intelligenti di Nest, al fondatore di Dropbox Drew Houston. Ma soprattutto a cogliere le opportunità che si aprono attorno alla Silicon Docks. 

La kermesse dedicata alle start-up più all’avanguardia del mondo prevede alcuni contest speciali come il programma Alpha: le realtà più promettenti sostengono una serie di colloqui e vincono la possibilità di partecipare gratis alla fiera internazionale. 

eMooks ha superato la rigorosa fase di selezione per accedere all’Alpha programme rientrando tra le migliori 100 start-up a livello mondiale. Saranno 27 (fra cui eMooks), invece, le aziende italiane presenti a esporre in fiera insieme alle più grandi realtà tecnologiche internazionali fra i quali Apple, Google, Microsoft, Instagram e Facebook. 
Si tratta di una vera e propria fucina di eccellenze, considerando che, nelle passate edizioni, il Web Summit ha facilitato il posizionamento sul mercato internazionale di aziende come Coursera, Dropbox, Nest, Stripe, Uber e Vine. 

Cos’è eMooks? 
L’app che rivoluziona la lettura digitale. eMooks è un nuovo e innovativo sistema di lettura, brevettato da Tom Bilotta e sviluppato dalla società Movie Book Srl (da lui fondata), che trasforma i normali file e-book in un’esperienza bidimensionale composta da suoni, musica e parole. La sound track e tutte le sonorità evocate nella lettura e sincronizzate al testo a scorrimento automatico (che con un particolare algoritmo riesce a unire gli effetti sonori alle parole che stiamo leggendo senza margine d’errore), conferiscono alla trama la reale sensazione delle ambientazioni evocate nella narrazione. Anatole è il primo libro attualmente in commercio come eMook e nella verisone tradizionale eBook. A partire dal 2016, invece, nascerà uno store dedicato che, in accordo con le principali case editrici internazionali, trasformerà in eMook alcuni dei best-seller più amati dai lettori. www.moviebookapp.com 

Chi è Tom Bilotta. 
Giornalista e scrittore, Tom inizia la sua carriera come cronista sportivo, poi fonda e dirige per sei anni una testata economica a carattere locale. Nel 2012 il suo romanzo d’esordio vince il concorso letterario internazionale “I nuovi autori 2013”. Il thriller “The Orange Hand”, in pochi mesi riscuote un grande successo: i diritti del libro sono acquisiti da una società di brokeraggio televisivo canadese che lo trasforma in un crime. Nel frattempo Tom Bilotta entra in contatto con la sua nuova casa editrice WH Books, che gli commissiona proprio “Anatole”, un romanzo ambientato negli anni ’30 la cui caratteristica principale e ̀ la colonna sonora jazz, scritta ad hoc dal compositore Alex Fabiani, che segue il flusso creativo nello sviluppo della storia. Con questo nuovo progetto si definiscono le basi per una nuova era dell’editoria, con il supporto tecnologico di eMooks. Lo scorso aprile Tom Bilotta è stato scelto fra 12 oratori presentati sul palco di TEDx Bergamo, quale portavoce di un pensiero illuminato e rivoluzionario.

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate