23 settembre 2015

Self/less

Voto 6-. Il tema dell'immortalità è sicuramente suggestivo e dunque molto spesso utilizzato nel mondo cinematografico e letterario. Basti pensare a Dracula, forse capostipite di questo tema. Un vampiro che succhia sangue e vite più giovani per continuare a vivere nonostante il passaggio del tempo.
Se foste malati terminali, comprereste un corpo più giovane e sano?
Questo è l'interrogativo da cui parte Self/less, film di Tarsem Singh con Ryan Reynolds e Ben Kingsley.
Il film parla infatti di Damian Hale (Ben Kingsley), un miliardario malato terminale di cancro che decide di sottoporsi alla terapia dello "shedding", che gli consentirà di vivere in un nuovo corpo. Addirittura l'esile Kinglsey potrà scegliere di soggiornare nel fisico palestrato di Reynolds. A conti fatti un buon cambio di corpo. Il tema potrebbe lontanamente ricordare quello dell'ibernazione di Magnolia, in cui il corpo non cambiava ma la morte veniva rinviata nel tempo.
L'idea è sicuramente suggestiva, e alla domanda iniziale credo che in molti risponderebbero in maniera affermativa, o quantomeno ci farebbero un pensierino.
Data questa premessa, Self/less indaga sul connubio tra corpo e mente, quanto siano interconnessi e quanto l'uno sia indispensabile per l'altro.
Questo tema importante e suggestivo sul tema dell'identità lascia comunque velocemente il passo ad un action thriller, in cui il protagonista si ritroverà braccato da chi gli ha donato la nuova vita.
Perché?
Lo scoprirete guardando Self/less, che non sarà un capolavoro ma qualche spunto di riflessione comunque lo offre allo spettatore.

  • DATA USCITA
  • GENEREDrammaticoFantascienzaThriller
  • REGIATarsem Singh
  • SCENEGGIATURA: David PastorÀlex Pastor
  • ATTORIRyan ReynoldsBen KingsleyMatthew Goode,Michelle DockeryNatalie MartinezVictor GarberDerek LukeSandra Ellis LaffertyTeri WybleGriff Furst

4 commenti:

  1. Lo vedrò a tempo perso, prima o poi.
    Ti consiglio, intanto, Second Chance: tostissimo.
    I danesi non hanno pietà.

    RispondiElimina
  2. Non ricordo l'ibernazione in Magnolia...
    la mia memoria vacilla sempre di più o intendevi un altro film?

    Quanto a Self/less non è orribile, però sei stato comunque troppo buono. ;)

    RispondiElimina
  3. Ops lapsus tom cruissiano mi riferivo a vanilla sky :D

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate