30 settembre 2015

News: La città delle quarantaquattro chiese di Giuseppe Lombardi

Lo scenario è quello non auspicabile. È quello che inquadra le condizioni sociali ed economiche dell’Italia e del mondo occidentale nell’anno 2035, successivamente alla crisi economica e allo scoppio delle bombe assassine da parte del terrorismo mediorientale. Renato Baldi, colonnello dell’esercito ed esperto di criminologia, e Danielle, agente segreto e killer professionista, hanno una relazione d’amore che dura dal 2015. Il loro rapporto tuttavia, viene travolto da qualcosa di terribile vent’anni più tardi, nel 2035, quando, a loro insaputa, si ritrovano coinvolti in uno dei più grandi affari di sangue mai concepiti dalla mente umana. Un affare ideato dalla stessa organizzazione per cui i due personaggi lavorano da anni e cioè l’ECIA; la nuova ed imponente struttura di intelligence nata dallo smantellamento e dalla conseguente fusione di CIA e NATO allo scopo di debellare il terrorismo diffuso in Occidente. Dopo le azioni terroristiche che hanno messo in ginocchio buona parte del continente, cinque alti funzionari dell’ECIA, per volere di oscuri poteri massonici, si riuniscono nell’autunno del 2035 in varie località d’Italia per decidere le sorti del pianeta. E proprio l’Italia viene segretamente scelta allo scopo di avviare e mettere in pratica la cosiddetta “Crociata di Dio” ovvero un’immensa operazione militare e nucleare dalla quale sarebbe dovuto scaturire il ritorno della supremazia dell’Occidente, dapprima, sul Medio Oriente e poi, sulle due super potenze mondiali del momento: Russia e Cina. Danielle prima e Renato poi, vengono classificati personaggi scomodi. Pertanto per assicurare il buon corso della “Crociata”, i potenti decidono di mettere fine alle loro vite. L’incarico di ucciderli viene affidato ad una vecchia conoscenza di Baldi, il serial killer: Ghost Matt. Sui misteriosi avvenimenti collegati alla “Crociata di Dio” indaga il procuratore Antonio Piccinati figlio del ministro dell’economia italiano, Sandro, ucciso in Via Sicilia a Roma sempre per mano del terrorismo. E partendo proprio dalla brutale eliminazione del ministro, si innesca un vortice tremendo ed inquieto; un vortice di riunioni clandestine fra vertici militari, massonici e criminali, di trappole, intrighi, congiure, tradimenti, fughe disperate, omicidi in luoghi pubblici e residenze estive. Ma anche un vortice d’amore il quale, per i due protagonisti, si rivelerà spesso determinante per rimanere in vita e per tentare di tornare, almeno con la mente, nei vecchi luoghi degli incontri indimenticati, come la splendida Maratea per esempio; la città delle quarantaquattro chiese.

Dati biografici:

Giuseppe Lombardi ha 29 anni e vive a Telese Terme nel Beneventano. Laureato in legge, collabora con uno studio legale ma è da sempre interessato molto più alla letteratura e alla narrativa piuttosto che alla redazione di atti, citazioni e ricorsi in appello. “La città delle quarantaquattro chiese” è il suo primo romanzo.

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate