13 luglio 2015

Sette storie per l'anima. Parole come rimedi - Costanza Savini

Oggi vi propongo un libro davvero interessante: Sette storie per l'anima, parole come rimedi di Costanza Savini, counselor a orientamento corporeo.
Come potete ben capire dal titolo del libro, non si parla di un thriller ma di una "guida" alla comprensione e trasformazione di noi stessi.
Pensate a non pensare. Ci riuscite?
Io no, bene anzi male. Pensieri, stress, situazioni negative ma anche emozioni positive, scelte, decisioni, paure, ansie e tante altre cose invadono la nostra mente. Siamo in qualche modo perennemente "intrappolati" in essa, dimenticando tutta l'energia vitale che risiede nel nostro corpo.
Il progetto di Costanza Savini è quello di farci comprendere che attraverso il linguaggio delle parole ed anche del corpo possiamo ritornare al nostro stadio "naturale"; una trasformazione che è in qualche modo un ritorno alle origini. La vera trasformazione c'è stata quando la società ci ha inglobato e condizionato, limitando le nostre libertà di espressione.
Sin dalla copertina è possibile intraprendere questo percorso di "cura". L'autrice ci invita infatti ad osservare l'immagine, lasciando la mente sgombra di pensieri, una sorta di meditazione visiva.
All'interno del libro, troveremo invece un percorso di sette giorni, in cui dovremo imparare a prendere dimestichezza con il nostro corpo, il nostro linguaggio ed anche la nostra parte negativa, il nostro sabotatore interno che ci condiziona quotidianamente.
Completano l'opera dei racconti "fantastici" collegati direttamente agli esercizi, non meno importanti degli stessi in quanto accompagnano le emozioni e compongono un ricettario di rimedi.

TRAMA: In luoghi, tempi e culture diverse, da sempre la parola riveste un ruolo molto importante, talvolta “curativo”.
La medicina indù prevede la meditazione su una storia o frase al fine di superare disturbi emotivi e attribuisce un valore alla ripetizione rituale di parole e di sillabe. Presso gli indiani d’America i racconti servono ad “allargare la mente”, mentre nel contesto culturale occidentale la parola è un dono di Dio agli uomini.
La forza della parola che sempre è del tutto spiegabile con la ragione: si tratta di una specie di “magia lucida” che si irradia in chi legge.
Sette Storie per l’Anima è una sorta di “ricettario di rimedi”, una raccolta di racconti suddivisi secondo i giorni della settimana.
Le storie e le parole, se lette giorno dopo giorno seguendo l’ordine e le pratiche collegate, vogliono aiutare ad avviare un processo di trasformazione e di cura.

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate