16 luglio 2015

La pietà dell'acqua - Antonio Fusco

La pietà dell'acqua è il secondo romanzo di Antonio Fusco edito da Giunti editore che ha per protagonista il commissario Tommaso Casabona.
La serie letteraria dello scrittore napoletano procede dunque in maniera spedita. La scrittura semplice ma mai banale rende altrettanto rapida la lettura al lettore. 
Dopo il thriller a tinte americane: Ogni giorno ha il suo male, Antonio Fusco per il suo nuovo scritto imbastisce una struttura più complessa: episodi del passato che influenzano il presente.
L'indagine su cui dovrà far luce Casabona ha attinenze addirittura con la seconda guerra mondiale. Fusco rispolvera dunque il tema della grande guerra e delle varie ingiustizie che vi furono in quei dolorosi anni.
A pagarne le conseguenze non furono solo le grandi città ma le ripercussioni della guerra gravarono anche su paesi di poche anime. Uno di questi potrebbe essere Torre Alta. luogo tranquillo sino all'omicidio di un anziano ucciso con una pistola.
Questo caso sarà la classica goccia che farà traboccare il vaso. Un vaso colmo di acqua e scomode verità seppellite per troppo tempo.

Alla crescita lavorativa ed intuitiva del commissario si accompagna anche lo sviluppo della vita privata. La pietà dell'acqua, oltre ad essere un giallo, è anche un romanzo che parla d'amore.
Tommaso Casabona dovrà affrontare una piccola crisi con sua moglie Francesca, sempre più stanca degli impegni lavorativi del commissario/marito. 
Ancora una volta, Antonio Fusco è molto bravo nel trasmettere al lettore un forte senso di realismo e di umanità, grazie ad una scrittura riflessiva. Se in Ogni giorno ha il suo male l'autore si interrogava sulle insidie che ci attendono ogni giorno, in La pietà dell'acqua si indaga sulle emozioni che nel bene e nel male condizionano la nostra vita...

TRAMA: È un ferragosto rovente e sulle colline toscane ai confini di Valdenza viene trovato il corpo di un uomo, ucciso con una revolverata alla nuca, sotto quello che in paese tutti chiamano "il castagno dell'impiccato". Non un omicidio qualunque, ma una vera e propria esecuzione, come risulta subito evidente all'occhio esperto del commissario Casabona, costretto a rientrare in tutta fretta dalle ferie, dopo un'accesa discussione con la moglie. Casabona non fa in tempo a dare inizio alle indagini, però, che il caso gli viene sottratto dalla direzione antimafia. Strano, molto strano. Come l'atmosfera di quei luoghi: dopo lo svuotamento della diga costruita nel dopoguerra, dalle acque del lago è riemerso il vecchio borgo fantasma di Torre Ghibellina, con le sue casupole di pietra, l'antico campanile e il piccolo cimitero. E fra le centinaia di turisti accorsi per l'evento, Casabona si imbatte in Monique, un'affascinante e indomita giornalista francese. O almeno, questo è ciò che dice di essere. Perché in realtà la donna sta indagando su un misterioso dossier che denuncia una strage nazista avvenuta proprio nel paesino sommerso. Un dossier scottante, passato di mano in mano come una sentenza di morte, portandosi dietro un'inspiegabile catena di omicidi. E tra una fuga a Parigi e un precipitoso rientro sui colli, Casabona sarà chiamato a scoprire che cosa nascondono da decenni le acque torbide del lago di Bali. Qual è il prezzo della verità? E può la giustizia aiutare a dimenticare?

AUTORE: Antonio Fusco
EDITORE: Giunti
NAZIONE: Italia
ANNO: 2015
PAGINE: 224

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate