18 aprile 2015

Qualcuno ti guarda - Rachel Abbott

Recensione Qualcuno ti guarda

Hai mai visto l'ossessione in faccia? Tolta la maschera di normalità, è un serpente orrendo, contorto, che si annida sottopelle, si dimena frustrato fino a che l'oggetto del suo desiderio è sotto controllo.

Voto 6. Qualcuno ti guarda di Rachel Abbott edito da BookMe, fa parte di quella schiera di romanzi thriller che indagano sulla complessa situazione delle coppie. Un genere alla ribalta in questi anni che può contare su un forte senso di realismo, dato che parla di situazioni all'ordine del giorno. Gravi screzi tra moglie e marito che sfociano nello stalking o ahimè nell'omicidio. Amori criminali dunque.
Il romanzo della scrittrice inglese parla delle vicende di Olivia (narratrice in prima persona di molti capitoli) e Robert
Un amore forse mai sbocciato da parte di Olivia, caduta nelle braccia di Robert dopo la tragica morte dei genitori. Olivia è reduce da un passato sentimentale tumultuoso, abbandonata con una figlia dal suo ex Danush Jahander, di nazionalità araba.
Tutti questi avvenimenti hanno spinto Olivia ad accettare la corte di Robert, un uomo gentile e premuroso. I due insieme creano una famiglia, grazie all'arrivo di altri due bambini.
Questo background è leggibile tra le righe del romanzo, in quanto Sleep Tight comincia subito dal vivo della vicenda: Robert che sparisce per qualche ora con i tre bambini; Olivia che presa dallo sconforto chiama la polizia. Il tutto si riduce ad un semplice malinteso, non per Olivia che due anni dopo fugge con i bambini per non ritornare mai più.
La motivazione di questa decisione drastica deriva appunto dall'ossessione di Robert nei confronti di Olivia, la quale ha una vita sociale limitata. Telecamere la controllano nella sua abitazione, un riepilogo con orari e faccende fatte l'attende al ritorno in casa.
Robert è disposto a tutto pur di non perdere Olivia, ma di fatto la perde per via del suo comportamento eccessivo.

Data questa situazione, Qualcuno ti guarda si muove inizialmente come un thriller d'indagine. Gli investigatori Tom e Becky dovranno capire che fine hanno fatto Olivia ed i bambini, analizzando casa ed ultimi spostamenti della donna.
Oltre alla situazione della donna, i poliziotti dovranno valutare anche il comportamento di Robert non proprio il massimo della trasparenza nelle sue dichiarazioni.
Il romanzo insiste fortemente su questi due punti, non mostrando dunque stratosferici cambi di rotta ed eventuali colpi di scena.
Fino alla fine l'autrice sceglie la strada del realismo, mettendo in allerta tutte le lettrici affiancate da mariti/compagni abbastanza ossessivi da limitarne anche le più semplici scelte; perché l'amore non è controllo ma fiducia reciproca.
Tra le pagine del romanzo aleggia ancora lo sconcerto per i cosiddetti Moors Murder, gli omicidi della brughiera, compiuti negli anni '60 da Ian Brady e Mira Hindley.


TRAMA: È sera quando Olivia Brookes telefona alla polizia per denunciare la scomparsa del marito Robert e dei tre figli. Ha la voce rotta, è in preda al panico e, scampata all'oscura tragedia che anni prima ha inghiottito i suoi affetti più cari, teme che il destino voglia accanirsi contro di lei una seconda volta... Il mattino successivo, però, Robert fa ritorno a casa insieme ai bambini. Persuade gli agenti che si è trattato di un malinteso, lasciando intendere che la moglie soffre di nervi. Due anni dopo, una nuova emergenza costringe il detective Tom Douglas a tornare a casa dei Brookes: questa volta è Olivia a essere scomparsa con i bambini. Porte e finestre non mostrano segni di effrazione, l'auto è ancora parcheggiata in garage, i vestiti sono nell'armadio, non manca all'appello nemmeno un giocattolo. Ma le foto che potrebbero servire per avviare le indagini e diramare un comunicato sono sparite: rimosse dagli album, dal cellulare, dai computer. Il marito Robert appare sconvolto, svuotato; eppure qualcosa nella sua versione dei fatti non torna e, nella ridda di interrogativi che la polizia si trova di fronte, il sospetto che stia nascondendo qualcosa si fa di ora in ora più forte. Che fine hanno fatto Olivia e i bambini? Quali segreti si celano dietro la rispettabile facciata dei Brookes? "Qualcuno ti guarda" è un thriller che parla di ossessione, un'ossessione d'amore che risponde alla domanda: fin dove ti spingeresti per non perdere la persona che ami?

AUTORE: Rachel Abbott
EDITORE: Bookme
NAZIONE: Inghilterra
ANNO: 2015
PAGINE: 350

Nessun commento:

Posta un commento

Generi cinematografici

Notizie archiviate