21 aprile 2015

La verità celata - Seb Kirby

Recensione La verità celata

Qualche giorno fa vi avevo presentato il romanzo di Seb Kirby: La verità celata, giunto in Italia attraverso un'operazione di self publishing e la traduzione di Monica R. Pelà.
La verità celata è il primo romanzo della serie di James Blake, che in patria continua con L'ombra dell'inganno e Schegge di angoscia.
James Blake è appunto il protagonista di questi romanzi, narratore in prima persona delle storie.
Seb Kirby non si perde in presentazioni e preamboli vari, partendo in quarta e collocando il suo protagonista in una situazione drammatica: James Blake trova sua moglie Julia morte nella sua abitazione londinese.
Perché? Chi può essere stato? E soprattutto come dimostrare alla polizia inglese di non essere l'assassino?
Questi interrogatori accompagneranno James Blake ed i lettori nel corso di questa storia, la quale ha radici anche e soprattutto in Italia, tra Firenze e Bergamo. Nel nostro bel paese i protagonisti incontreranno i loro antagonisti e diversi ostacoli da superare.

La verità celata è un thriller in cui il protagonista principale, coadiuvato dal fratello ed altri aiutanti, dovrà scoprire la verità circa la morte di sua moglie Julia, una "restauratrice" di quadri. In realtà il suo lavoro è più complesso è consiste nel ritrovare vecchie opere scomparse che si presume siano nascoste sotto quadri di un valore minore. 
Questa attività è molto cara allo scrittore Seb Kirby, docente universitario a Liverpool e figura di spicco appunto nel restauro di opere d'arte.
La verità celata assume appieno questa caratteristica dello scrittore, dimostrandosi un thriller in cui ci viene raccontata inizialmente una verità che al suo interno sembra nasconderne altre, sicuramente più importanti di quella mostrataci inizialmente.
Una serie di scatole cinesi ad incastri, a cui si aggiunge una buona struttura narrativa che alterna tempi e luoghi diversi e capitoli brevi che si chiudono con punti interrogativi.
Un'opera dunque interessante che potrebbe essere molto apprezzata dagli amanti dell'arte e del thriller-action in cui prevalgono inseguimenti...

TRAMA: Julia Blake è una restauratrice che si occupa di arte classica. La sua specialità è quella di indagare sotto la superficie dei dipinti per scoprire cosa nascondono. Lei è sicura che un buon numero di preziosi dipinti mancanti, ritenuti 'perduti o distrutti', siano in realtà stati sovradipinti con un altro lavoro, come metodo per nasconderli. A tale proposito, Julia ha rintracciato a Firenze una collezione di dipinti che sembra molto interessante ed è andata in questa città per cercare di scoprire un capolavoro nascosto e affermarsi nel mondo dell’arte. 
La verità celata inizia quando James Blake, il marito di Julia, rientra nella loro casa a Londra e scopre che lei è stata uccisa. Che cosa l’aveva riportata a Londra senza preavviso? Perché qualcuno ha commesso questo sconvolgente crimine? 
Blake è deciso a trovare i suoi assassini ma ha poco a cui aggrapparsi. Solo l’ultimo messaggio che Julia gli ha inviato dal suo telefono cellulare: 'Aiutami' con un allegato che mostra il dipinto di Michelangelo 'Leda e il cigno'. 
Come primo sospettato del delitto, James fugge dall’Inghilterra e si trova a percorrere una strada lastricata di inganni e pericoli attraverso i paesaggi mozzafiato di Venezia e Firenze in un mondo sommerso fatto di crimine, cospirazione e corruzione. Un percorso che lo porterà a scoprire l'assassino e la shockante verità celata dietro il mistero. 

2 commenti:

  1. Ciao Nico, sono Viviana. Come và? Sono stata un po' assente, ma ho letto sempre gli articoli... Questo thriller mi ispira molto ed essendo io stessa traduttrice mi intriga che sia stato tradotto. Forse significa che è un autore valido e interessante... Mi sa che darò un'occhiata :-)
    Comunque, ti saluto e complimenti per le tue collaborazioni con le case editrici tipo Giunti! Ciao, Viviana :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viviana, tutto ok a te?
      un romanzo senza dubbio interessante considerando anche che è autoprodotto. Per quanto riguarda la Giunti nei prossimi giorni pubblicherò la recensione di Muori con me :)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate