20 marzo 2015

Fargo (serie tv)

Voto 8+. Devo ammetterlo, non provavo simpatia per la serie tv Fargo, prima della sua visione. La motivazione sta tutta nelle celebrazioni agli Emmy e ai Golden Globe, manifestazioni che hanno visto Fargo come miniserie trionfante a discapito di True Detective.
Il mio debole per True Detective rimane ma dopo la visione di Fargo non si può che rimanere affascinati da un prodotto di altissimo valore, finemente confezionato.
Fargo è quello che si dice un reboot del famoso film omonimo dei fratelli Cohen, datato 1996. Nella serie tv i due celebri registi figurano nelle vesti di produttori esecutivi, mentre l'ideatore è Noah Hawley.
Fargo potrebbe essere definita una serie pulp, in grado di saper unire elementi grotteschi con vicende noir, thriller.
Alla base di tutto c'è una sorta di patto mefistofelico tra Lester Nygaard ed il killer professionista Lorne Malvo.
Lester rappresenta l'uomo represso, frustrato, senza personalità, un tappetino su cui tutti possono pulire i loro piedi. La stagione si apre proprio con l'incontro tra Lester ed il bulletto "preferito" Sam Hess che continua a tormentarlo nonostante il periodo scolastico sia passato da molto tempo. A casa non riceve un trattamento migliore da sua moglie.
Ma un incontro casuale modifica per sempre la vita di Lester che con poca convinzione accetta la proposta di Lorne Malvo. Quest'ultimo infatti si assume l'onere di ammazzare il bulletto di Lester, in cambio di nulla.
I patti col diavolo che non esigono denaro si traducono tuttavia in una cessione dell'anima e proprio questo accadrà in Fargo.
Lester da onesto cittadino si trasformerà in un silenzioso approfittatore che sarà disposto a tutto pur di salvare la sua libertà.

La serie Fargo non si traduce soltanto nel rapporto tra Lester e Malvo, ma coinvolge una serie di personaggi di grande fascino, anche se in alcuni tratti ed in alcune puntate si ha la sensazione che molti dei personaggi secondari siano degli stolti, manipolati facilmente dai due protagonisti.
Comunque nel cast dei personaggi devono per forza essere citati la vice-agente Molly Solverson (Allison Tolman) o il suo capo Bill Oswalt, interpretato dallo strepitoso Bob Odenkirk, già visto in Breaking Bad ed ora alla ribalta per Better Call Saul.
Proprio il cast attoriale è uno dei punti di forza di questa serie che fa largo appoggio sui personaggi. Impeccabili Billy Bob Thornton (Malvo) e Martin Freeman (Lester) nei panni di due protagonisti scomodi, niente affatto buoni.
I punti di forza della serie sono comunque numerosi: dai prologhi iniziali (molto Breaking Bad), al ritmo incessante in ogni puntata, passando per le situazioni comiche, all'incastro perfetto di quasi tutti i tasselli. Di meno positivo c'è forse la creazione di alcuni personaggi che vengono poi abbandonati strada facendo, vedi Stavros Milos proprietario di una catena di supermercati o il fratello di Lester: Chaz.
Personaggi e situazioni che non verranno ripresi nella seconda stagione, in quanto come True Detective, Fargo è una serie antologica che comincia da zero ogni stagione. Nel secondo capitolo vedremo come interpreti Kirsten Dunst e Patrick Wilson. La lotta con True Detective per miglior miniserie è ancora aperta dunque....

8 commenti:

  1. Gran serie, che oltre a grandi attori e una storia molto ben scritta conta anche un lato tecnico niente male!
    Ultimamente le serie TV danno un sacco di soddisfazioni agli amanti del thriller :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul genere thriller sono davvero ben attrezzate :) questa piaciuta molto...

      Elimina
  2. Serie valida, ma non mi ha conquistato totalmente.
    True Detective per me resta di un livello parecchio superiore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me True Detective è superiore di almeno un punto, però questa mi ha conquistato soprattutto nelle ultime puntate...

      Elimina
  3. Non è assolutamente migliore di True Detective, Emmy e Golden Globe hanno preso una cantonata, ma resta comunque la seconda miglior serie dello scorso anno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con te, meritava True Detective ma Fargo si posiziona al secondo posto ;)

      Elimina
  4. Io la sto amando! Mi mancano due episodi e per mancanza di tempo ci metterò ancora una settimana per concluderla. Ma quel che ho visto è soettacolare ed è qualcosa di rivoluzionario esattamente come lo è stato True Detective, che ho amato anche io alla follia.
    Tra le due non saprei proprio cosa scegliere, ma per dirlo aspetterò di finirla e poi anche io scriverò qualcosina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le serie tv stanno raggiungendo vette altissime di qualità. Io tra le due ho preferito True Detective, ma Fargo è molto bella; le ultime due puntate ti regaleranno diverse sorprese ;)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate