30 marzo 2015

Anime nere

Voto 7+. Anime nere è un film sulla 'ndrangheta diretto da Francesco Munzi, distribuito nel 2014 nelle nostre sale. Il film, tratto dall'omonimo romanzo di Gioacchino Criaco, narra la storia di tre fratelli legati in qualche mondo alla criminalità locale. Luigi (Marco Leonardi) è il criminale standard immischiato nel traffico droga con spagnoli; Rocco (Peppino Mazzotta) è una specie di boss - imprenditore in grado di saper investire nell'edilizia i cosiddetti soldi sporchi; Luciano (Fabrizio Ferracane) con la 'ndrangheta non vuole avere a che fare, preferendo la vita tranquilla in campagna. Tuttavia nel "vortice" criminale ci finirà per colpa di suo figlio Leo, sempre pronto ad attaccarsi con affiliati di clan rivali.

Oltre alle commedie (molte delle quali dei veri flop), il cinema italiano è molto bravo nel realizzare film relativi alla criminalità organizzata, purtroppo ne vengono realizzati pochi.
Sin dai tempi della Piovra, lontano 1984, sceneggiatori e registi italiani hanno dimostrato di essere ferrati nel tema, anche perché purtroppo la criminalità organizzata è Made in Italy. Il 2014 è stato un anno fiorente da questo punto di vista, vedi soprattutto l'exploit della serie Tv Gomorra, vero materiale da esportazione come la mafia.
Anime Nere di Munzi non sarà un prodotto da esportazione ma resta comunque un gioiellino passato abbastanza inosservato dal punto di vista economico, anche se a Venezia è stato ottimamente accolto ed ha vinto in questi giorni il Bari Film Festival. Gli incassi totali non raggiungono infatti neanche un milione di euro, restando fermo su 743.000.
Anime nere invece avrebbe dovuto avere miglior sorte, proprio per far capire che le idee in Italia ci sono e molto spesso (nonostante i limitati mezzi economici) vengono messe in scena in maniera egregia.
Il film di Munzi è un ottimo esempio di altro cinema italiano. Il lavoro del regista, nonostante il tema, è abbastanza sobrio, sospirato; quasi opposto rispetto a Gomorra.
Quello che traspare è una sensazione di buio, di malinconia, soprattutto quando ci si sposta nell'Aspromonte Calabrese, il cuore pulsante della 'ndrangheta. Da qui son nati tutte i vari tentacoli che si son diffusi a macchia d'olio in Italia e all'estero.
In questi luoghi veniamo risucchiati dalle atmosfere paesane, in cui la vita delle capre e degli uomini non sembrano essere molto diverse. Entrambi hanno dei padroni e nonostante le possenti "corna" non c'è modo di ribellarsi.
Capre più furbe e forti delle altre pensano di essere gli 'ndranghetisti della famiglia in questione, già abili a conquistare il Nord. Ma quando ritorneranno al Sud per semplici beghe dovranno scontrarsi con i boss che sin dal passato son riusciti a domare questa semplici caprette.
Anime nere è un film che conquista soprattutto con lo scorrere del tempo, diventando nelle battute conclusive una tragedia greca dai toni aspri. Munzi è riuscito a sintetizzare sullo schermo diversi aspetti della 'ndrangheta (oltre al lato criminale), vedi i matrimoni combinati, l'immenso rispetto all'interno delle famiglie.

  • DATA USCITA
  • GENERE: Drammatico, noir
  • REGIA: Francesco Munzi
  • SCENEGGIATURA: Francesco MunziMaurizio Braucci,Fabrizio Ruggirello
  • ATTORIMarco LeonardiPeppino MazzottaAnna FerruzzoFabrizio FerracaneBarbora Bobulova

4 commenti:

  1. Anime nere...
    in qualche modo partecipi anche tu al Black Power Day che abbiamo organizzato su alcuni blog. ;)

    Il film quasi quasi lo recupero...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ultimamente mi sto perdendo un po' di day :( Il film vale la pena recuperarlo ;)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate