14 febbraio 2015

Speciale Oscar 2015: Birdman vs Boyhood

A essere seriamente candidati alla vittoria come miglior film agli Oscar del 2015, quest'anno ci sono Birdman di Alejandro Gonzalez Inarritu e Bohyood di Richard Linklater. I premi a cui concorrono sono diversi ma sicuramente il più importante e stimolante è quello relativo al miglior film.
Lo scontro tra le due pellicole è suggestivo e stimolante in quanto mette a confronto il cinema vs la vita reale. Due titoli simili (sette lettere che partono dalla B) per due film diversi ma estremamente originali.
Birdman è un film girato completamente in piano sequenza, un susseguirsi continuo di immagini per un'unica lunghissima scena (miracolo del grandissimo montaggio); Bohyood è un film fortemente spezzato e girato in dodici anni.
In Birdman "subiremo" l'eccentricità del mondo degli attori, costretti ad un ritmo elevatissimo in cui non c'è neanche il tempo per respirare o pensare e tutto si svolge alla velocità della luce; Bohyood è invece un film lento, cadenzato, che ci mostra come la vita reale abbia più tempi morti che momenti veramente gloriosi e memorabili.
Birdman è appunto la maschera, il copione. Proprio per questa motivazione si sceglie un attore che a un film in maschera deve molto, si tratta di Michael Keaton e del suo Batman. Il ruolo che interpreta in Birdman potrebbe avvicinarsi molto a quello dell'attore Keaton: un uomo che ha avuto successo da un blockbuster con oggetto un supereroe che vola in tutti i sensi. Personaggio che vale di più dell'attore tanto da diventare quasi un'entità dominante in grado di condizionare la vita dell'attore stesso. Un gioco sottile e metacinematografico in grado di rinchiudere lo spettatore all'interno di un teatro per vivere le pressioni di un cast di attori alle prese con una prima a Broadway e tutte le conseguenze che ciò porta sulla loro vita passata e presente.
Operazione inversa quella di Bohyood in cui ci ritroviamo davanti la nostra vita o quella di un nostro parente, vicino, etc. Un bambino Mason Evans che cresce e che ci fa ricordare com'eravamo e come siamo diventati nel corso del tempo. La vita che scorre lenta ma allo stesso tempo incredibilmente veloce: bastano poche ore per ritrovarsi nel corpo di un quasi uomo. In Bohyood maggiore sarà l'empatia dello spettatore, che alla fine assisterà stupito a questa trasformazione reale dell'attore Ellar Coltrane che più degli altri attori del cast mostrerà il passaggio di questi 12 anni. 
Vita reale o cinema? Voi cosa preferite?
Difficile ed ardua la scelta tra le due pellicole. La mia preferenza va per Birdman (voto 8) un film spettacolare con una sceneggiatura complessa ed una regia davvero affascinante. Bohyood (voto 7) dalla sua parte ha un'idea eccezionale non arricchita da nessun cambio di passo, anche perché le maggior parte delle vite sono monotone e quotidiane, ma per questo ci bastano già le nostre; al cinema vogliamo vedere il cinema!!!!

16 commenti:

  1. Io tifo Boyhood.
    Birdman è oggettivamente molto bello, ma non mi ha smosso niente. Non mi ha fatto né ridere, né piangere, è scivolato via, regalandomi giusto un po' di stupore nel volo bellissimo su New York. Non l'ho trovato nemmeno troppo antipatico, nonostante il virtuosismo gratuito. Candidature meritate, sarebbe ancora più meritato il premio per la regia, ma per me il miglior film è Linklater. E poi era già nella storia del cinema, ancora prima di uscire in sala :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea di Bohyood è ancor più geniale di quella di Birdman, però la trama è piattina non succede nulla, il che dà grande realismo alla pellicola, ma annoia anche...

      Elimina
  2. Boyhood tutta la vita.
    Birdman è un saggio di tecnica, ma ha molto meno cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però anche Bohyood non è che mi abbia emozionato più di tanto :)

      Elimina
  3. #TeamBirdman nettamente!
    Un film che vola parecchio più in alto rispetto al comunque interessante (soprattutto per lo spunto di partenza) Boyhood.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo 2-2 :D In effetti di Bohyood rimane solo lo spunto e la crescita fisica del protagonista...

      Elimina
  4. Anche io ho preferito Birdman, è riuscito a coinvolgermi parecchio e poi sono più per le vicende dal tono vagamente surreale.
    Boyhood è un'impresa mostruosa ma mi è rimasta nel cuore solo l'interpretazione della Arquette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo Birdman, rapido, originale, vorticoso :) Bohyood bello ma alla lunga stanca un po'...

      Elimina
  5. Anche io preferisco Birdman, e come valutazione in decimi darei esattamente un punto più di te a entrambi.
    Mi è piaciuto questo paragone che hai fatto, in effetti sono proprio due film perfettamente opposti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 4-2 per Birdman allora :) Film opposti entrambi molto originali...

      Elimina
  6. A me piacerebbe molto riuscire a pensare anche a Grand Budapest Hotel come Miglior Film, ma purtroppo anche se è un film meraviglioso e a modo suo geniale non è nei canoni dell'Academy.
    Dovessi scegliete tra questi due, comunque, sceglierei Birdman.
    E' stato l'unico che mi ha fatto davvero venire i brividi fin dal primissimo momento, cosa che non provavo da tempo. Mentre Birdman l'ho trovato molto bello ma non al suo livello, ma nemmeno un po', a confronto è addirittura noiosetto.
    Una cosa sola mi permetto di ribattere; non trovo che Birdman sia "cinema" in senso di "fantasia", anzi, trovo che sia incredibilmente reale dal punto di vista della narrazione della vita reale all'interno del mondo del cinema. E di conseguenza anche molto triste ma per questo bellissimo ed unico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il contesto cinema è utilizzato per parlare della vita di un uomo. Ma il cinema nella vita di questi artisti è comunque sempre presente, prendo come esempio la "battuta" di Edward Norton in cui dice che era sincero solo quando recitava; ed anche Michael Keaton (il suo personaggio) è comunque condizionato dal suo ruolo in Birdman, quindi cinema e vita diventano un tutt'uno indistinguibile. Mentre Bohyood è vita vera al 100%...

      Elimina
    2. Il contesto del cinema è presente perchè è la loro vita, ma non è finzione per tutta la pellicola.
      Non trovo come ci possa essere qualcosa di più attuale e vero, questo intendo.

      Elimina
    3. Chiaro chiaro :) Diciamo che cinema vs realtà mi era utile per rafforzare le differenze tra le due pellicole, anche se come dici tu Birdman sfocia per forza di cose nella vita reale :)

      Elimina
  7. Difficile dirlo, perchè sono due film bellissimi ed entrambi meritevoli. Però totalmente diversi: 'Boyhood' ti prende al cuore, 'Birdman' al cervello. Il primo è tutta emozione (e un lavoro di montaggio strepitoso), il secondo è tecnica allo stato puro. Pura perfezione stilistica, il film d'autore per eccellenza. Dovessi scegliere dico 'Boyhood' (perchè ho sempre ascoltato più il cuore che la testa), ma se vince Birdman sono contento lo stesso. Anche perchè, tra l'altro, è stato presentato a Venezia e darebbe prestigio alla Mostra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Due film che mi hanno colpito soprattutto per l'originalità nelle idee, Bohyood da questo punto di vista è davvero strepitoso. Ciò vuol dire che per fortuna il cinema è ancora vivo ed ogni tanto escono fuori delle belle chicche :)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate