22 dicembre 2014

Nei luoghi oscuri - Gillian Flynn

Recensione Nei luoghi oscuri

La trasposizione cinematografica ad opera di David Fincher del romanzo L'amore bugiardo, ha rilanciato alla grande sul mercato editoriale la scrittrice Gillian Flynn.
Aggiungerei per fortuna, perché nonostante la bravura la scrittrice del Missouri finora non ha goduto di grandissima considerazione. Il perché forse è nascosto nella sua finora breve bibliografia che oltre a Gone Girl (2012), vede Sulla pelle (2006) e Nei luoghi oscuri (2009).
Proprio quest'ultimo romanzo sta vivendo di nuova luce grazie alla ripubblicazione di Piemme anche in formato ebook. Una luce che presto diventerà ancora più luminosa grazie ad una nuova trasposizione cinematografica ad opera di Gilles Paquet-Brenner. Nel cast di Dark Places film previsto in uscita nel 2015, figurano i volti e i nomi di Charlize Theron e Chloe Grace Moretz.
Data tutta questa premessa vi starete chiedendo: Vale la pena leggere Nei luoghi oscuri?
Direi di si.
Voto 7. Innanzitutto si tratta di una storia affascinante e stuzzicante, che per alcuni versi attinge dalla realtà. Una famiglia normale viene sterminata nel cuore della notte del 3 ottobre 1985. A perdere la vita sono mamma Patty e le piccole Michelle e Debby; la piccolissima Libby (sette anni) si salva ed indica il fratellone Ben come responsabile del massacro.
Dietro a questo folle gesto sembrano nascondersi rituali satanici e sacrifici al diavolo.
La tragedia è utile alla Flynn per mettere in moto il circolo dei mass media e della massa popolare che etichettano la piccola Libby come una povera vittima da aiutare e il fratello Ben come un adoratore di satana, un giovane che ha perso ogni valore.

Il surplus è dato ancora una volta dalla struttura narrativa creata dalla scrittrice. Il romanzo è un continuo alternarsi tra l'oggi di Libby Day ed il ieri di Patty e Ben. Precisamente di questi due ultimi personaggi verrà raccontata la giornata del 02 ottobre del 1985 fino alla notte del 03; notte del massacro.
In questa lunga giornata Gillian Flynn racchiuderà con veloci pennellate le caratteristiche di questi personaggi ed i problemi affrontati e da affrontare nella vita.
Le pagine di Libby Day saranno invece raccontate in prima persona. Insieme alla protagonista principale condurremo un'indagine a ritroso per capire se il vero colpevole del massacro è davvero Ben, il quale sta scontando una condanna in carcere.
Libby non è comunque la classica eroina coraggiosa in cerca della giustizia, ma una ragazza che ha perso tutto soprattutto la voglia di inventarsi un futuro. Vive col sostegno del prossimo che viene a mancare col passare degli anni, in quanto la gente aiuta nuove vittime di tragedie più recenti.
Gli unici a sostenere Libby restano i membri del Kill Club, un'organizzazione attenta ai fatti di cronaca e pronta ad indagare su casi controversi. Libby, grazie ai finanziamenti di questi comincerà la sua indagine personale sul caso della sua famiglia.
Ancora una volta Gillian Flynn mette in scena un thriller pieno di suspense e che analizza la morbosità della gente verso i casi di cronaca.

TRAMA: Libby aveva sette anni quando la madre e le sorelle furono uccise in un rito satanico. Fu lei ad accusare suo fratello Ben di essere l'autore della strage. Ventiquattro anni dopo, Ben è in carcere e Libby vive grazie alle donazioni di alcune associazioni di beneficenza. A cambiare le carte in tavola sarà il Kill Club, una società segreta di "feticisti del crimine" i cui soci sono convinti dell'innocenza di Ben e rintracciano Libby perché lo scagioni. Libby è infastidita da quei pagliacci fanatici che ficcano il naso nella sua memoria, ma i soldi che le offrono per tornare a scavare nel suo passato le servono. Così inizia una dolorosa ricerca attraverso la quale, a poco a poco, i ricordi riaffiorano da quei luoghi della mente che fino a ora Libby aveva volutamente oscurato. Saranno gli oggetti della sua infanzia e i racconti delle persone che avevano conosciuto la sua famiglia ad aiutarla a ricostruire gli avvenimenti che portarono all'eccidio e a fare affiorare insospettabili verità.

AUTORE: Gillian Flynn
EDITORE: Piemme
NAZIONE: Usa
ANNO: 2009 - 2012
PAGINE: 433

6 commenti:

  1. Il film ha un gran cast, eh! La Flynn ha scoperto l'America. :)
    E' in lista, insieme a Sulla pelle, e non vedo l'ora di leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo stia preparando un nuovo romanzo anche, anch'io devo recuperare Sulla Pelle. Questo è carino ma non è all'altezza de L'amore bugiardo :)

      Elimina
    2. Alla fine, ho visto direttamente il film. Come potrai leggere, non è male. Non come Gone Girl, certo, ma si lascia guardare: classico, realistico, senza esagerazioni. Quando lo vedi, poi mi dici le differenze. So che ci sono. Piaciuto il finale, più drammatico che giallo. :)

      Elimina
  2. dopo aver adorato il film l'amore bugiardo, una lettura della flynn ci può stare.
    e visto che gone girl ormai so già come procede, potrei scegliere questo.
    anche se per pigrizia pure di questo potrei aspettare il film... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh dai non è lunghissimo circa 300 pagine quasi quasi dura di più il film di Fincher :P

      Elimina
  3. Non lo conoscevo.. mi sa che faccio doppietta e prendo sia questo che Gone Girl!!!

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate