21 ottobre 2014

Lost (sesta stagione)

Presenti spoiler
Difficile scindere la sesta ed ultima stagione di Lost da tutto il resto di questa sensazionale serie televisive.
L'esperienza di Lost è paragonabile ad un vero e proprio viaggio, una gita con tanti amici a cui ci affezioniamo giorno dopo giorno e che ci cominciano a mancare subito dopo l'addio.
Merito va dato agli autori in grado di costruire un cast talmente eterogeneo che non può che coinvolgere lo spettatore. Tutti noi in fondo siamo dei Jacob che scegliamo il nostro personaggio preferito e lo eleggiamo nostro protettore dell'isola.
Anche se alcune stagioni non ci hanno fatto gridare al capolavoro, compresa questa stagione finale, Lost è una serie che Sopravvive.
Sopravvive perché subito dopo la sua chiusura tutti gli spettatori andavano a caccia di informazioni sul web per risolvere i numerosi enigmi rimasti insoluti. Sopravvive perché dopo dieci anni (in questo 2014 si festeggia appunto il decennale di Lost) ancora se ne parla come una serie che ha cambiato la tv.
Il segreto del successo come detto sta tutto nella creazione dei personaggi, presentati con calma nella prima stagione. Un altro punto a favore di questa serie è stato il suo essere pluri-genere e fortemente innovativo. Dal dramma della prima serie si è passati ad esempio a situazione thriller nella seconda e terza stagione; il quinto anno è stato fantascientifico mentre l'inizio paranormale della sesta serie ha lasciato il passo ad un finale emozionale-spirituale e all'insegno del destino. Da tener conto l'elemento action sempre presente.
Geniale anche la scelta narrativa discontinua, in cui si alternano costantemente passato e presente o futuro e presente: flashback e flashforward.

Una delle motivazioni che mi ha invogliato alla visione di Lost è l'elemento mistero. Enigmi, doppio giochi, bene vs male son sicuramente le caratteristiche cardine di Lost. Una serie che è stata brava soprattutto nella costruzione di queste situazioni enigmatiche, rincarando la dose stagione dopo stagione. La suspense è rimasta altissima sino alla terza stagione con uno dei finali più sconvolgenti ipotizzabili. 
Lost si è un po' inceppato nel momento in cui si dovevano dare delle risposte precise agli spettatori, e se la quarta e la quinta stagione ne hanno date poche, ci si aspettava una sesta stagione rivelatrice.
Invece questa stagione finale comincia davvero in sordina, sostando ad un tempio poco bello scenograficamente e narrativamente. Ad alternarsi a questa parte in cui i protagonisti sono al tempio, c'è una parte più stuzzicante: i flash-sideways, ovvero una dimensione parallela in cui i protagonisti vivono. Proprio questa parte sarà poi motivo di dibatti ed interpretazioni postumi alla serie. Purgatorio? Vita dopo lo scoppio della bomba ad opera di Juliet?
Se anche i flash-sideways sono poco profetici, meglio va con alcune puntate di questa sesta stagione: Ab aeterno e Al di là del mare, che ci spiegano la nascita di tutto, o quasi.
Molte domande rimarranno irrisolte forse volutamente o forse perché gli autori non sono stati neanche loro in grado di dare una risposta.
Ciò non toglie comunque fascino ad una serie che si deve per forza vedere, un viaggio che dovete per forza affrontare. Non vi preoccupate siete ancora in tempo per salire sull'Oceanic 815, una volta saliti non vorrete più scendere...

Voto stagione: 7
Voto serie: 8,5

Tutte le altre stagioni:
Lost
Lost 2
Lost 3
Lost 4
Lost 5

6 commenti:

  1. Un'esperienza, più che una serie, ed una delle visioni fondamentali che il piccolo schermo ha regalato nella sua Storia, insieme a Twin Peaks e Breaking Bad.
    Stupendo ed indimenticabile, difetti compresi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si come ho detto nell'introduzione e a fine post, Lost è davvero un viaggio sensazionale :) Breaking Bad lo recupererò a breve ;)

      Elimina
  2. non è un capolavoro? ma gli hai anche dato 8,5 come voto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No l'8,5 riguarda tutta la serie; il 7 invece a quest'ultima stagione :) le migliori stagioni per me son state la seconda e la terza...

      Elimina
  3. è appunto, non mi sembrava un voto basso 8,5 :) insomma tutta la serie è di altissimo livello anche per te, mi sembra di capire.
    Comunque dai uno sguardo anche a True Detective, a mio modesto parere, un cult.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si nel complesso è una serie che merita, nonostante le ultime tre stagioni mostrino un lieve calo. True detective la comincerò tra qualche giorno ;)

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate