9 ottobre 2014

Lost (Quinta stagione)

Presenti spoiler

Voto 6,5. Diamo per assodato che una volta cominciata l'avventura Lost è difficile liberarsene e non appassionarsi. I motivi sono molti, i miei sono la voglia di scoprire il filo che lega tutto questo ingranaggio e credo sia anche un po' quello di tutti i telespettatori.
Già nella terza stagione ho detto che si poteva chiudere battenti restando alti nel cielo e non atterrando in situazioni troppo da soap. Alcuni punti oscuri e l'apice del successo non consentivano questa scelta agli autori. La quarta stagione spiegava i misteri della terza e metteva in salvo alcuni protagonisti, volendo si poteva concludere anche qui. La quarta stagione mostrava già una piccola flessione, l'aereo Lost perdeva carburante e i punti interrogativi lasciati viravano verso mete troppo fantascientifiche.
Perché l'isola può girare?

Questa quinta stagione la definirei un cane che si morde la coda. Mi chiedo: Jack, Jane, Hugo, Sayd, Sun e il piccolo sono salvi, che motivo c'è di ritornare sull'isola? Dopo aver fatto di tutto per salvarsi perché dovrebbero voler rimettere piede sul quel posto misterioso ed oscuro?
Certo gli autori cercano di motivare la scelta di alcuni di essi mentre altri non ne vogliono sapere del ritorno. Soprassedendo su questa decisione appare ancor meno verosimile la scelta finale dei protagonisti che nelle ultime puntate vogliono nuovamente distruggere l'isola affinché l'aereo non precipiti più e tutto ritorni all'anno Zero, ovvero prima di Lost. Piccola aggiunta da fare i protagonisti in questa quinta stagione hanno cominciato a fare dei viaggi nel tempo, finendo in diverse epoche. Si fermeranno nel 1977. Su questo punto fenomenali sono i discorsi fatti da Hugo che riflettendoci sopra con vivi e morti, ci dice quanto stramba sia tutta questa situazione creata dagli autori.

Il meccanismo di questa quinta stagione sebbene affascinante appare molto contorto. Le regole paiono essere cambiate per sempre e Lost non è più quel viaggio misterioso nell'isola.
Tranquilli, i misteri non spariscono e molti di essi sicuramente rimarranno irrisolti. Il problema principale è quello dell'auto-incartamento che si avverte in questa stagione. Come detto quasi ridicola appare la motivazione del ritorno sull'isola e ancor più la volontà finale di distruggerla.
A rincarare la dose sono i continui viaggi nel tempo che costringono gli autori a spiegazioni rocambolesche per dare un minimo di credibilità alla baracca. Molti incastri come al solito sono geniali, come ad esempio la giovinezza della Rosseau o il passaggio del gruppo nella sezione Dharma.

Ancora una volta è netta la contrapposizione in due blocchi di questa stagione di Lost, che narra in maniera separata le vicende dei sopravvissuti che soggiornano sull'isola e su quelli che ormai stazionano sulla terra. La suddivisione narrativa corrisponde alla divisione concettuale, che appare una costante di Lost.
Sopravvissuti vs Altri; Jack vs Sawyer, Ben vs Widmore; Ostili vs nuovi Altri; Jackob vs altro personaggio per ora innominato. La contrapposizione tra bene e male è dunque uno dei capisaldi di Lost, che riassume le vicende umane in cui il conflitto tra due fazioni è sempre vivo. Va sottolineato come sia difficile distinguere chi interpreti il bene chi il male, basti citare ad esempio il mini-conflitto: Sawyer - Jack. In questa nuova stagione dalla parte dei buoni pare essere il biondo cowboy.
Per la resa dei conti bisognerà guardare la sesta stagione (?).

5 commenti:

  1. "Lost" per me è stata una droga. Confermo quanto hai detto tu, potevano chiudere in bellezza prima senza fare inutile controsioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è impossibile non farsi coinvolgere da Lost, stoppare alla terza forse no ma strutturarlo diversamente si, secondo me...

      Elimina
  2. la quinta stagione la ricordo anch'io troppo incasinata e confusa.
    tanti viaggi nel tempo ma, se fossero tornati indietro e avessero saltato l'intera season, non si sarebbe sentita una grande mancanza :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti no :) sicuramente non è una delle migliori serie troppo complessa e con diverse incongruenze...

      Elimina
  3. Concordo: questa stagione poteva essere evitata. Secondo me la serie sarebbe dovuta finire alla quarta, ma hanno voluto prolungarla chissà per quali oscuri motivi :)

    RispondiElimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate