23 ottobre 2014

Liberaci dal male

Voto 5,5. A Scott Derrickson non gli posso voler male soprattutto perché anni or sono realizzò The Exorcisme of Emily Rose. Al regista americano va dato atto di approcciarsi al mondo horror in maniera atipica, mettendo da parte splatter e spaventi facili e puntando su atmosfere e storia.
Questa sua strategia ha fatto diventare cult questo film del 2005 sul tema esorcismo. Tralasciando Ultimatum alla terra, Derrickson ha cercato di produrre film che affrontassero il tema del maligno supremo mescolando l'horror con il thriller.
Nel 2012 esce Sinister con Ethan Hawke, un film con un ottimo spunto di partenza ma che di fatto non parte mai, bloccandosi sul più bello. Proprio questa caratteristica che avevo trovato in Sinister, la vedo riconfermarsi in Liberaci dal male, ultimo arrivato in casa Derrickson.

Il film punta ancora una volta su un attore di livello, in questo caso Eric Bana nei panni del detective Ralph Sarchie. Da un semplice caso di lite domestica, il det. Sarchie si ritroverà coinvolto in un vero e proprio caso di possessione demoniaca.
La parte iniziale è molto thriller per atmosfere e metodo d'indagine. Il saper creare suspense è sicuramente un pregio di Derrickson. Purtroppo la costruzione iniziale in questi ultimi film si sgonfia nelle battute conclusive, con il rischio di rovinare quanto di buono era stato fatto prima. Quest'ultima frase potrebbe in un certo senso vale per tutta la filmografia di Derrickson, iniziata con un grande film e sempre più in discesa.
In Liberaci dal male, il regista cerca di lavorare molto sul protagonista principale, caratterizzato come un uomo che ha ormai smarrito la fede ma dovrà servirsene per combattere contro un diavolo.
Se Bana ed il suo personaggio che rappresentano la parte thriller appaiono credibili e ben costruiti; meno forte appare la parte paranormale e di possessione dei vari antagonisti.
Tutto ha inizio qualche anno prima durante una missione militare in Iraq, dopo di che il demonio si manifesta in città devastando almeno tre famiglie. Se il modo in cui il male nasce può anche andar bene, abbastanza indifferente lascia la sua crescita, tanto che non si capiscono fino in fondo gli obiettivi principali di questo tanto ricercato male.

  • DATA USCITA
  • GENEREHorror
  • REGIAScott Derrickson
  • SCENEGGIATURAScott DerricksonPaul Harris Boardman
  • ATTORIEric BanaEdgar RamirezOlivia MunnJoel McHaleSean HarrisDorian MissickChris Coy

6 commenti:

  1. liberaci dal male, un film dalle discrete premesse ben presto andate a male :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, l'avessero sviluppato in maniera diversa poteva essere davvero interessante :)

      Elimina
  2. Se si fosse mantenuto sui più che discreti livelli della prima parte sarebbe stato un gioiello. Invece, hanno dovuto piazzarci l'esorcismo bignamico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con te, mi aspettavo qualche scelta più elaborata ed invece la solita soluzione discutibile...

      Elimina
  3. Non mi è affatto dispiaciuto, e avevo trovato Sinister un gran bel film :)
    E' fatto con scarti, ma la confezione - per me - è notevole. Fatto bene, cosa non da poco nel mondo degli horror "estivi".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinister un po' meglio di questo secondo me; però anche in quel caso non mi piacque tantissimo la soluzione finale mentre di entrambi ho molto apprezzato la creazione di atmosfere...

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate