6 ottobre 2014

Anarchia - La notte del giudizio

Voto 6. Notte bianca, notte rosa, Halloween queste sono le feste nuove che siamo riusciti ad inventare negli ultimi anni in Italia. Feste di massa, naturalmente. Un po' come il Natale solo che si va in strada a far baldoria.
Gli americani son sempre avanti, si sa. Halloween è una loro festa ed i nostri fanciulli quando chiedono: Dolcetto o scherzetto?, se non gli dai il dolcetto non è che ti fanno un gran scherzetto.
Sebbene siamo nel mese di Halloween questo non è un post sulla Festa delle streghe, bensì sulla nuova festa nazional-popolare americana, per ora solo cinematografica: la Purificazione.
The Purge si festeggia il 21 marzo dalle 19:00 alle 07:00 del mattino seguente. In queste dodici ore ogni tipo di criminalità è consentita e non punita dalla legge. Una giornata di sfogo in cui ci si può liberare da ansie e frustrazioni varie. Una legge anche politica che consente di liberarsi delle classi più deboli, vedi clochard o gente con case scassinabili. Proprio loro saranno le prede adatte con cui sfogarsi.
Se capitassi in Usa intorno al 21 marzo credo che resterei rinchiuso in casa per almeno una settimana dopo aver fatto una scorta di viveri.
Questa mia considerazione potrebbe essere screditata dagli avvenimenti del primo The Purge ed anche dagli inizi di questo Anarchia. La casa popolare da Eva e Cali viene infatti assalita da un gruppo di facironosi pronti a catturare le loro prede.
L'alternativa potrebbe essere quella di stare in strada? Manco per sbaglio, a dircelo è la coppietta composta da Shane e Liz con l'auto in panne proprio nella giornata "più calda" degli Stati Uniti.
La soluzione per affrontare queste dodici ore potrebbe essere quella di affrontare di petto la giornata, più o meno come fa Leo (Frank Grillo) armato di macchina antiproiettile e pistole con proiettili.
Quale sia la scelta giusta lo spiegherà il film di James De Monaco e naturalmente lo scoprirete nel corso della pellicola.

Anarchia cambia sicuramente scenario rispetto a La notte del giudizio. Mentre nel primo film eravamo rinchiusi in casa pronti a combattere una home invasion in piena regola; adesso siamo per strada a "goderci "lo spettacolo di questi pazzi scatenati. La scelta a mio modo di vedere è giusta in quanto i due film ci consentono di apprezzare a 360gradi questa notte di purificazione.
In questo nuovo capitolo si avverte ancor di più l'intento morale della storia, De Monaco vuole parlarci del grande squilibrio economico e sociale tra classi ricche e povere.
Le prime viste come carnefici delle seconde.
In sintesi Anarchia è un prodotto valido che tuttavia non osa troppo rendendo prevedibili molte situazioni.

  • DATA USCITA: 
  • GENERE: Horror, Thriller
  • REGIA: James DeMonaco
  • SCENEGGIATURAJames DeMonaco
  • ATTORI: Frank GrilloCarmen EjogoKiele Sanchez,Zach GilfordMichael K. WilliamsChad MorganNathan ClarksonEric Womack

6 commenti:

  1. solito sequel senza il quale si poteva vivere benissimo.
    ma ormai a quanto pare un seguito non lo si nega più a nessuno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai il sequel è la regola direi :)

      Elimina
  2. Concordo sul sei, anche se un più glielo darei. Sarà che, in quest'estate noiosissima e pietta, è uno dei pochi film vagamente decenti arrivati in sala!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho preferito il primo per idea ed originalità, questo non è male ma mi aspettavo un finale più coraggioso :)

      Elimina
  3. La rece presagiva un voto più alto.
    Concordo, non mi ricordo il voto numerico ma le riflessioni erano praticamente le stesse.
    Comunque un buon prodotto e in qualche senso un sequel, stavolta, doveroso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cambiamento di ambientazione è sicuramente la cosa migliore, secondo me si poteva osare di più nel finale...

      Elimina

Generi cinematografici

Notizie archiviate